13 Novembre 2013: Incontro con il PDL – il comunicato stampa di Donnedamare

image

 

Da Fulvia Frallicciardi e Bettina Bolla

Ieri è stato un giorno importante per la nostra Associazione. Le Donnedamare sono state invitate alla conferenza stampa indetta in Senato dal PDL, dove erano presenti il Ministro Brunetta, il Senatore Gasparri, il Sen. D’Ali, relatore dell’ emendamento sulla sdemanializzazione, la Sen. Bonfrisco, On.le Ignazio Abrignani e l’On.le Pizzolante. Personalità rilievo, quindi, la cui presenza già da sola fa capire quanto il PDL sia profondamente convinto nel dare alla nostra categoria la certezza di impresa che manca dal 2009.

L’incontro ha, inoltre, rafforzato la convinzione che al di là della disinformazione che le testate giornalistiche stanno attuando, i balneari se dovesse passare la linea della sdemanializzazione, con il loro ennesimo impegno economico darebbero un sostanziale aiuto alla ripresa economica dell’intero paese.

I tanti soldi che andremo a portare nelle casse dello stato, afferma lo stesso Ministro Baretta, sarebbero in grado di risollevare notevolmente l’ago del debito pubblico e porterebbero al rilancio del settore turistico, non solo balneare, perché la metà verrebbe riutilizzata per modernizzare ed incentivare tutto il comparto turistico .

Finalmente un segnale dal Governo sulla presa di coscienza  che è dal turismo che può e deve ripartire l’economia mortificata di un paese che ha tutti i numeri per tornare ad essere leader a livello mondiale.

I balneari non si approfittano di niente, per loro l’acquisto di qualcosa che il governo aveva già dato loro, sarebbe un ulteriore grosso impegno, ma sono pronti a farlo, per salvare le proprie aziende ed i tanti posti di lavoro, ma anche per contribuire alla rinascita del nostro paese. Siamo privati non abbiamo mai chiesto aiuto alla Stato semmai il contrario!

Inoltre, vogliamo aggiungere che le zone interessate alla vendita, quelle dove insistono i manufatti, da noi negli anni regolarmente edificati, sono di fatto già sdemanializzate, in quanto  urbanizzate e occupate da decenni dalle nostre aziende.

Noi non vogliamo le spiagge che sono e che devono rimanere un bene pubblico anche per noi!!!!!

Purtroppo abbiamo dovuto recepire l’abbandono, in dirittura di arrivo di una parte del Parlamento che fino a pochi giorni fa ci aveva sostenute e spronate a combattere per la nostra dignità di lavoratrici, un abbandono che suona quanto mai strano perché arriva dal PD che da sempre e giustamente combatte per i diritti dei lavoratori. Tra noi, Donnedamare, ci sono elettrici di tutti gli schieramenti, ma oggi quelle di noi che si aspettavano che il PD mantenesse gli impegni presi a tutela di 30.000 aziende sono le più colpite. Ritirare gli emendamenti che ci riguardavano utilizzando il nostro futuro per meri scopi politici ci mortifica e delude. Speriamo che i vertici del Partito Democratico e sopratutto coloro che in tutti questi mesi ci avevano sostenute siano pronti a ripensarci. Perché ammettere di essersi fatti influenzare da una cattiva politica possa divenire “buona politica”!

Share

One Response to “13 Novembre 2013: Incontro con il PDL – il comunicato stampa di Donnedamare”

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>