Alfano: “Al via l’operazione spiagge sicure” contro abusivismo e contraffazione

vu_cumpraNelle prossime 48 ore – ha detto il ministro dell’Interno – si riuniranno gli oltre 100 comitati per l’ordine e sicurezza”. Saranno rafforzati i controlli sulle spiagge contro venditori abusivi e vendita di merci contraffatte

Roma

Linea dura del Viminale contro l’abusivismo commerciale e la contraffazione nel periodo estivo. Il ministro dell’Interno Alfano, che lo scorso 8 agosto ha indirizzato a tutti i prefetti italiani una direttiva, ha spiegato oggi in conferenza stampa al comando provinciale della Guardia di Finanza a Roma, che l’operazione denominata ‘spiagge sicure’ prevede una lotta “contro tutti gli anelli della catena” della contraffazione. “Dobbiamo – ha spiegato il ministro – radere al suolo il meccanismo, colpendo anche i fornitori e impedire la vendita. In questo modo – ha osservato Alfano – si prosciuga “chi rifornisce il venditore abusivo”.

Con questa operazione – per lo meno questo è l’intento del ministero – “i turisti e i cittadini potranno tranquillamente trascorrere le loro giornate in spiaggia, senza la processione dei ‘vu cumprà’ dediti al commercio abusivo di prodotti di provenienza illegale”.

Nelle prossime 48 ore – ha detto il titolare del Viminale – si riuniranno gli oltre 100 comitati per l’ordine e sicurezza”. “Nel corso di questi comitati – ha annunciato – verrà impartita alla Gdf e alla forze dell’ordine sul territorio la direttiva di rafforzare i controlli sulle spiagge, riguardo all’abusivismo commerciale, ai ‘vu comprà’ e alle merci contraffatte. Vorremmo anche che ci fosse un grande protagonismo della polizia locale e dei sindaci”.

Alfano ha fornito anche i dati aggiornati sui sequestri di merce contraffatta eseguiti dalle Fiamme Gialle dall’inizio dell’anno scorso. “Dal primo gennaio 2013 al 30 giugno di quest’anno – ha detto il ministro – sono stati sequestrati 87 milioni di prodotti falsificati, dai farmaci agli alimentari all’abbigliamento”.

Quello che ci stupisce è la data, per il resto meglio tardi che mai anche perché spesso ai balneari è richiesto di allontanare i venditori abusivi dalla spiaggia, quando i problemi andrebbero risolti a monte. 
Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>