BALNEARI, COMI (PDL): “SETTORE E’ ANCHE ‘ROSA’, DIFENDERE LE IMPRENDITRICI DI ‘DONNEDAMARE’”

image

NECESSARIA UNA SOLUZIONE DEFINITIVA AL PROBLEMA DELLE  CONCESSIONI DEMANIALI. SUL TEMA IL MINISTRO MOAVERO MILANESI HA SCRITTO AI MINISTRI BRAY E DELRIO DOPO LA SOLLECITAZIONE DEGLI EUROPARLAMENTARI

Roma, 5 giugno 2013 – “Sono felice per la recente nascita dell’associazione Donnedamare (www.donnedamare.it) che vuole valorizzare e tutelare un’importante realtà imprenditoriale del nostro Paese: io sarò al fianco di queste imprenditrici nelle loro battaglie. Nelle attuali 30 mila aziende balneari lavorano, infatti, ben 60 mila donne e molte guidano delle Pmi. Il settore sta soffrendo pesantemente la crisi a causa dell’aumento dell’Imu, dei canoni demaniali marittimi delle pertinenze  e per le incertezze sulle future aste delle concessioni demaniali legate alla direttiva Bolkestein che  sta bloccando gli investimenti. Nei giorni scorsi, insieme ad altri europarlamentari, abbiamo inviato una lettera al ministro per gli Affari Europei Enzo Moavero Milanesi, nella quale chiediamo una soluzione all’annosa questione delle concessioni demaniali. Il ministro, nella riposta, assicura che ha scritto ai ministri del Turismo Bray e per gli Affari Regionali Delrio, titolari delle competenze in materia, ribadendo la priorità della questione. Parole che ci fanno ben sperare”.

Lo afferma l’europarlamentare del Pdl Lara Comi.

“La decisione di concedere un’ulteriore proroga al 2020,  in vista delle aste pubbliche – aggiunge Comi –  è una soluzione insufficiente perché blocca gli investimenti  delle imprese. E’ necessario pertanto riaprire un  dialogo a livello nazionale con le associazioni di categoria e in sede Ue per superare gli ostacoli che finora hanno impedito di arrivare a una soluzione definitiva. E la speranza è che il nuovo governo metta in campo una strategia per il rilancio del settore turistico a sostegno della crescita e  dell’occupazione. E valorizzare e stabilizzare le concessioni balneari va in quella direzione”.

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>