Baretta: “è intenzione del Governo interloquire con l’UE”

image

http://www.asca.it/news-Legge_stabilita___Baretta__aperto_confronto_per_legge_demanio_marittimo-1325711-ECO.html

On.le Baretta non ho idea se Lei si riferisse ai recenti interventi scaturiti dal nostro viaggio in Europa, o ad altri comunicati. Il ruolo di Donnedamare è stato sempre quello di sensibilizzare il mondo politico e le Istituzioni italiane ed Europee al fine di segnalare ulteriormente che la Direttiva Servizi 2006/123 CE ha prodotto difformità giuridiche all’interno dei Paesi Membri e, segnatamente in Italia, ha schiacciato diritti legittimamente acquisiti creando un danno agli attuali concessionari e conduttori di salute e di impresa.

Il Federalismo Demaniale applicato al comparto balneare e a tutte le attività che utilizzano terreni demaniali e demaniali marittimi e quindi demandato a regioni e comuni porterebbe a disincrasie giuridiche che condannerebbero imprenditori del Nord con quelli del Sud (o viceversa) ad avere diritti riconosciuti in modo difforme. E’ quindi necessario che la complicata materia delle concessioni demaniali, demaniali marittime venga regolata e gestita a livello centrale dello Stato e delegate le regioni e i comuni con sicure e uniformi linee attuative per tutte le regioni.

La ringrazio e confido nella sua umana e già dimostrata capacità di comprendere le nostre indicazioni

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>