Barnier risponde all’interrogazione di Morganti del 13 Novembre 2013

225482_140448439458200_768651935_n-225x300Da Emilia Milli Galli

IT E-012875/2013 Risposta di Michel Barnier a nome della Commissione (30.1.2014) La Commissione non ritiene errata l’inclusione delle “concessioni demaniali marittime” nel campo di applicazione della direttiva “servizi” (direttiva 2006/123/CE). Infatti, come indicato dalla Corte di giustizia europea al punto 30 della sentenza sulla causa C 174/06, alla quale l’onorevole deputato fa riferimento, la disposizione che contiene la definizione di “affitto e locazione di beni immobili” deve essere interpretata alla luce della sesta direttiva “IVA” , in particolare per quanto riguarda le esenzioni da essa previste all’articolo 13. La Corte afferma che, secondo la giurisprudenza consolidata, le esenzioni previste da detta direttiva hanno un significato autonomo nel diritto dell’Unione e che non è opportuno lasciare alla discrezione degli Stati membri la definizione del loro campo di applicazione. La Commissione ritiene pertanto che la definizione in quanto tale non possa essere applicabile alla direttiva “servizi”. Nei casi in cui le “concessioni” riguardano beni quali quelli del demanio marittimo, detti beni possono essere anche utilizzati per fornire un servizio. Di conseguenza, la direttiva “servizi” può essere applicabile alle “concessioni” sul demanio marittimo se dette concessioni sono accordate in relazione all’esercizio di un’attività di servizi che rientra nel campo di applicazione della direttiva “servizi”.

 

Questo era  il testo dell’interrogazione di Claudio Morganti datata 13 novembre 2013.

E-012875-13

Interrogazione con richiesta di risposta scritta alla Commissione
Articolo 117 del regolamento
Claudio Morganti (EFD)

Oggetto:  Concessioni demaniali marittime come locazioni di beni immobili

Una sentenza della Corte di Giustizia europea del 25 ottobre 2007, in relazione alla causa C-174/06, stabilisce che un rapporto giuridico nell’ambito del quale ad un soggetto è concesso il diritto di occupare e di usare, in modo anche esclusivo, un bene pubblico, specificamente zone del demanio marittimo, per una durata limitata e dietro corrispettivo, rientra nella nozione di «locazione di beni immobili».

La caratteristica fondamentale di questo tipo di rapporto giuridico, infatti, in comune con la locazione di un bene immobile, consiste nel mettere a disposizione una superficie, in particolare una parte del demanio marittimo, dietro corrispettivo, garantendo all’altra parte contrattuale il diritto di occuparlo o di utilizzarlo e di escludere le altre persone dal godimento di un tale diritto.

Alla luce di questa sentenza, la Commissione non ritiene errata l’inclusione delle concessioni demaniali marittime all’interno della Direttiva Servizi del 2006, trattandosi, anche secondo la giurisprudenza europea, di concessioni di beni e non di servizi?

Share

One Response to “Barnier risponde all’interrogazione di Morganti del 13 Novembre 2013”

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>