Canoni demaniali: troppe discrepanze ed ingiustizie

canoniDa Walter Galli

In merito ai canoni demaniali nel documento politico programmatico degli imprenditori balneari è fatta espressamente richiesta al governo italiano di sospendere la riscossione coattiva dei canoni per le pertinenze demaniali disposti con l’articolo 1 comma 251 della legge n. 296 del 27.12.2006 che stanno producendo effetti devastanti per alcune centinaia di imprese. E’ necessario individuare meccanismi di calcolo che, garantendo gettito invariato o maggiore, siano più equilibrati e tali da non espellere dal sistema imprese impossibilitate a corrispondere canoni eccessivi.

La situazione attuale è quella descritta dall’articolo che potrete leggere cliccando sulla foto

Share

2 Responses to “Canoni demaniali: troppe discrepanze ed ingiustizie”

  1. Filippo Borioni

    Ritengo che ci siano cose ben più importanti al momento da sottoporre all’attenzione del Governo Italiano. Parlare di pertinenze nel momento in cui stiamo trattando per il futuro delle nostre impree non mi sembra una mossa intelligente. La sola questione che va portata avanti al momento è il riconoscimento della particolarità delle imprese balneari, in sede italiana ed europea.

    Rispondi
    • donnedamare

      Caro Filippo, queste persone che pagano canoni così alti non arriveranno al 2020. Ci sono persone che hanno dovuto fare mutui in banca per pagarli.

      Rispondi

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>