Cascino risponde alle polemiche sulle Linee Guida di De Francesco

20130501-075518.jpgGenova. L’assessore al Demanio della Regione Liguria, Gabriele Cascino, replica alle critiche fatte questa mattina da Silvio De Francesco, presidente dei Bagni Marini di Ceriale, a proposito della nuova disciplina degli stabilimenti balneari.

Vedi http://www.donnedamare.it/solidarieta-ai-bagni-marini-di-cerialegravi-danni-per-il-maltempo/

“Credo – spiega Cascino – che De Francesco non abbia compreso le linee guida sottoscritte recentemente da tutti i sindacati di categoria, compreso il suo. Come assessorato, abbiamo il potere di impostare le linee guida e così abbiamo fatto, la regolamentazione come è noto spetta poi alle ordinanze della Capitaneria di Porto”.

De Francesco, davanti alle condizioni meteo poco favorevoli di questi giorni, aveva definito le linee guida emanate dalla Regione come di un “totale fallimento che non ha alcun beneficio per gli operatori turistici e per gli ospiti che vengono in vacanza in questo periodo”.

“La questione della presenza o meno del bagnino non è di competenza regionale ma della capitaneria – dice Cascino – Sono stati i vertici della Guardia Costiera infatti a stabilire che la stagione balneare abbia inizio al primo di maggio obbligando di fatto ad avere un bagnino presente a differenza di quanto prescritto per la stagione elioterapica”.

La nuova normativa, infatti, concede la facoltà agli stabilimenti di anticipare l’apertura ma impone che dal primo di maggio sia presente un bagnino.

“Bisogna precisare – conclude Cascino – che l’addetto al salvamento in questo periodo non è vincolato a stare sul trespolo ma può svolgere tutte le funzioni di manutenzione della spiaggia, dando ovviamente un occhio alla presenza dei bagnanti”.

 

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>