CENSORED!

censurato-timbro-di-gomma

Non solo censura, anche tentativo di metterci in cattiva luce con i politici con cui da tempo collaboriamo.

Perché abbiamo osato dire la nostra

Forse è arrivato il momento di lasciar fare a chi sicuramente ci farà avere periodo transitorio di 30 anni!

Auguri

Noi aspettiamo il DDL

Sperando di non avere un CVD

Share

One Response to “CENSORED!”

  1. alfredo

    e quindi avete preso consapevolezza o, nelle migliori ipotesi, avete avuto ennesima conferma di quanto non ci si possa fidare dei vertici sindacali.
    è insito nel sistema sindacale che i rappresentanti siano proni ai governanti. la loro ambizione è candidarsi in politica, e per farlo non possono remare contro il loro futuro partito, ne perdere visibilità.
    si dovrebbe vietare a chi ci rappresenta la scesa in politica, forse cambierebbe qualcosa.
    il lato positivo è che siamo in un periodo di risveglio e di partecipazione alla vita politica.
    siete una bellissima realtà!
    dovreste sdoganare questo entusiasmo in ogni regione, suggerendo agli altri come creare gruppo e coinvolgere persone… sembra banale ma ogni tanto (spesso) alcuni per attivarsi hanno bisogno di spinte.
    30 anni, perchè?
    abbiamo firmato un contratto che ci dava il diritto di insistenza. e solo perchè l’europa ha deciso che allo scadere la concessione demaniale debba andare all’asta, il nostro sacro santo contratto diventa carta straccia.
    l’unione europea è una truffa!
    avete capito? una truffa!!!
    è stata creata dal sistema bancario americano e messa in atto grazie alla complicità di quei burattini dei nostri politici.
    perchè?
    mi dovrei dilungare per essere più convincente ( mi riprometto di farlo).
    in sintesi tendono ad impoverire gli stati attraverso le tassazioni, indebolendoli.
    a quel punto si propongono come salvatori prestando soldi ad interessi.
    questo crea un circolo vizioso dal quale gli stati non se ne potranno uscire mai!
    l’italia partecipa, economicamente, all’unione europea apportando una somma pari al 17% del totale di tutti i paesi, salvo eventuali atri apporti per stati in difficoltà. quindi noi ogni hanno versiamo all’europa una somma che varia da 25 miliardi di euro in su.
    se però, l’italia necessitasse di soldi l’europa ce li presterebbe con gli interessi. ma come? per avere gli stessi nostri soldi dobbiamo pagare gli interessi? perchè? per arricchire i soliti grandi banchieri!
    dobbiamo uscire dall’euro prima che sia troppo tardi!!
    siamo in una dittatura finanziaria spaventosa. faranno di tutto per sopprimere qualunque forma di ribellione, tra qualche anno ci impediranno di manifestare. oggi siamo ancora in tempo!
    organizziamo più banchetti raccolta firme per il referendum fuori dall’euro.
    dobbiamo far valere i nostri diritti, ed il nostro contratto prevede il diritto di insistenza no 30 anni e poi ti vai a cercare il lavoro!
    a presto
    alfredo silvestri

    Rispondi

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>