Cgil Rimini: imprenditori prendano atto delle decisioni della Commissione Europea

cgilCristina Baudoino ripropone sul nostro profilo facebook un articolo con una presa di posizione della CGIL di Rimini del 15 gennaio scorso (vedi articolo). Noi lo riprendiamo perchè vogliamo denunciare queste prese di posizione che non tengono conto del lavoro di 30mila aziende italiane. La CGIL dice di prendere atto della situazione e di non provare a difendere il nostro lavoro, permettendosi di dare consigli riguardo alla accettazione passiva di perdere il nostro lavoro, la nostra vita e prendere come verità assoluta il parere del Commissario Barnier, che nel suo comunicato, anche in assenza di contraddittorio, ha dato prova di non conoscere bene la situazione, commettendo errori gravi e grossolani (vedi articolo). Ripetiamo è solo un parere di una persona che ha dimostrato di non conoscere la realtà italiana o nella peggiore delle ipotesi di essere in malafede. Noi andremo avanti anche in virtù di un fatto molto semplice: qualcuno ci definisce delle risorse limitate, un parere, confutato da studi del WWF, cui noi facciamo affidamento per contrastarlo: 8000 km di coste di cui 900 km in concessione a stabilimenti balneari.

Ricordiamo alla CGIL di Rimini che l’Italia ha ben 99 procedure di infrazione.

Questa la posizione della CGIL il 15 gennaio scorso, prima cioè del 31 gennaio, giorno della Conferenza Nazionale sul Turismo del PD, dove sono stati assunti impegni da parte degli esponenti del PD a tutela  delle imprese balneari. Ci piacerebbe sapere se in quest’arco di tempo è cambiata anche la posizione della CGIL e riuscire a capire perché certi articoli vengano riproposti ciclicamente. Noi ci affidiamo a delle google alert che riportano articoli che vengono messi in rete nelle 24 h. Un pò strano rivederli in rete e nell’ottica della “pro veritate” noi dobbiamo riportarli.

Share

One Response to “Cgil Rimini: imprenditori prendano atto delle decisioni della Commissione Europea”

  1. Codino Angelo

    È questi sarebbero quelli che tutelano i lavoratori,evidentemente il lavoratore balneare non è’ considerato tale. Bel sindacato,se avevo qualche dobbio ora mi è’ tutto chiaro. VERGOGNA!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>