Cirillo: buone notizie UE per le spiagge…

wpid-Screenshot_2014-03-17-13-31-55.png Prima di ricevere gli altri comunicati da noi pubblicati rispetto alla presa di posizione della Demanaki, noi avevamo interpretate le sibilline parole di Armando Cirillo in questo modo:
1. la NUOVA direttiva concessioni di recente studiata dai tecnici del comparto balneare non riguarda le micro PMI ovvero il 100% degli stabilimenti balneari italiani poiché la soglia approvata grazie al compromesso di cipro è stata individuata nella cifra di 5.186.000 €, tale soglia indica calcolato per il valore rapportato a periodo concessori concesso per lo sfruttamento della concessione, si evince quindi che data la crisi attuale dell’economia mondiale e del turismo italiano tale cifra potrebbe essere raggiunta il 1000/1200 anni di durata del periodo concessori2.per quanto riguarda i minori vincoli sulla Bolkestein questo va a contrastare nel quadro di applicazione della direttiva servizi dove viene richiesto dall’Italia e l’Italia scrive che provvederà invece ad eliminare gli ostacoli per l’applicazione della direttiva come indicato

 3. in attesa di un nuovo atteggiamento della politica verso il comparto balneare it che ha piena coscienza e conoscenza di quanto da anni ha dovuto subire speriamo che ci sia una immediato chiarimento da parte del gv italiano nei confronti della Comm EU al fine di risolvere una direttiva nata male che sta finendo peggio

Share

2 Responses to “Cirillo: buone notizie UE per le spiagge…”

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>