Claudio Morganti, interrogazione del 5 marzo alla Commissione in merito alla proroga del 2020

225482_140448439458200_768651935_nInterrogazione con richiesta di risposta scritta P-002519/2013 alla Commissione

Articolo 117 del regolamento

Claudio Morganti (EFD)

Oggetto:     Proroga delle concessioni demaniali marittime

Nello scorso dicembre, il Parlamento italiano ha approvato una legge che proroga la scadenza delle attuali concessioni demaniali marittime aventi finalità turistico-ricreative fino al 31 dicembre 2020, rispetto all’attuale limite stabilito al 31 dicembre 2015, posticipando di fatto la piena applicazione della Direttiva servizi per questo settore.

Si tratta sicuramente di un provvedimento utile per permettere di ammortizzare, almeno in parte, gli investimenti già intrapresi dalle imprese balneari e, nel contempo, favorire una eventuale ricollocazione dei lavoratori del settore. Secondo molti osservatori, inoltre, questa misura è indispensabile per la sopravvivenza stessa delle attuali imprese balneari e per il rilancio dell’economia turistica nazionale, soprattutto in un periodo di crisi.

Da più parti si sottolinea, tuttavia, come l’arco temporale aggiuntivo sia ancora limitato rispetto ad un ottimale periodo di rientro per gli investimenti già intrapresi.

Ritiene la Commissione che questa norma sia compatibile con le disposizioni comunitarie vigenti?

Ritiene che tale periodo di proroga sia congruo o potrebbe eventualmente valutare la necessità di stabilire un orizzonte temporale più esteso?

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>