CONSIGLIO EUROPEO: PIENA ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA SERVIZI, MA NOI SIAMO CONCESSIONARI DI BENI!!!!

DownloadedFile-1DownloadedFile

  Da Antonio Smeragliuolo e Bettina Bolla

Leggendo il post http://www.slideshare.net/Palazzo_Chigi/le-conclusioni-ce-25102013 pubblicato ieri su facebbok da Anna Acconci, apprendiamo che:

9. Conclusioni – 24 e 25 ottobre 2013 Servizi e commercio 19. I servizi sono una componente fondamentale del mercato unico. Per trarre benefici economici pieni, gli Stati membri devono urgentemente migliorare l’attuazione della direttiva sui ser

vizi accelerando in tal modo l’apertura dei mercati dei servizi. Sarebbe opportuno cogliere tutte le opportunità a questo riguardo e gli ostacoli ingiustificati o sproporzionati dovrebbero essere rimossi al fine di assicurare parità di condizioni nel mercato dei servizi. Il Consiglio europeo invita la Commissione e il Consiglio a elaborare relazioni annuali sui progressi conseguiti in relazione alle riforme nazionali sui servizi, anche in singoli settori, e invita la Commissione a presentare proposte entro marzo 2014. 20. Il Consiglio europeo accoglie con favore la revisione tra pari della direttiva sui servizi, presentata dalla Commissione. Conviene sull’opportunità che tutti gli Stati membri assicurino valutazioni sistematiche, approfondite e attendibili della proporzionalità dei loro requisiti regolamentari. In particolare è opportuno che gli Stati membri affrontino la questione degli ostacoli sproporzionati. Il Consiglio europeo invita la Commissione a fornire ulteriori orientamenti agli Stati membri sul concetto di proporzionalità e li invita a tenere pienamente conto delle migliori pratiche. 21. Il Consiglio europeo sottolinea l’importanza della valutazione reciproca delle professioni regolamentate, avviata dalla Commissione, e chiede che si compiano rapidi progressi in merito. Questa valutazione dovrebbe individuare gli ostacoli che ancora si frappongono all’accesso alle professioni negli Stati membri, valutare l’effetto cumulativo di tutte le restrizioni imposte per la stessa professione e suggerire gli interventi opportuni. 22. Il Consiglio europeo ribadisce l’importanza del commercio come motore della crescita e della creazione di posti di lavoro, in linea con le sue conclusioni del febbraio 2013. Accoglie con favore l’accordo politico raggiunto sugli elementi fondamentali di un accordo economico commerciale globale con il Canada e auspica che il Parlamento europeo e il Consiglio procedano ad un rapido esame. Tale accordo fornirà nuove importanti opportunità alle imprese nell’UE e in Canada e darà un forte slancio al rafforzamento delle relazioni commerciali tra le due sponde dell’Atlantico. EUCO 169/13 8 IT

In poche parole: bisogna si cambiare la direttiva servizi, ma per togliere gli ostacoli alla sua attuazione. Inoltre,  negli altri articoli si parla di cartolarizzazione e fondi comuni di investimento (SGR)

E’ ormai priorità che il nostro governo dichiari all’Europa che gli attuali concessionari e conduttori che operano con aziende private su terreno demaniale marittimo hanno in concessione per l’esercizio della loro attività una concessione di un BENE, il terreno demaniale come il diritto italiano definisce agli art 822 cod civ art 28 cod navigazione.

RICHIEDIAMO QUINDI CHE IL NOSTRO GOVERNO SI RECHI IN EUROPA A DIRE UNA VOLTA PER TUTTE QUESTA VERITA’!!!!!

 

Share

2 Responses to “CONSIGLIO EUROPEO: PIENA ATTUAZIONE DELLA DIRETTIVA SERVIZI, MA NOI SIAMO CONCESSIONARI DI BENI!!!!”

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>