Cristina Scaletti incontra i Balneari a Viareggio: oltre 100 imprenditori balneari per l’iniziativa di Centro Democratico

603024_10152237114736531_2128364674_nBalneari, Scaletti: “Sì a una nuova legge e all’esclusione dalla Bolkestein” 

Un’iniziativa di legge e un’azione efficace nei confronti dell’Unione Europea per salvare le imprese balneari. Sono le proposte discusse durante un’assemblea animata, alla quale hanno partecipato oltre cento imprenditori del settore, che si è svolta oggi all’hotel Principe di Piemonte di Viareggio. L’incontro – organizzato da Centro Democratico, la nuova forza politica guidata da Bruno Tabacci, che si presenta alle elezioni nella coalizione di centrosinistra insieme a Pd e Sel – è servito a recepire, da parte dei candidati di Centro Democratico, alcune delle istanze dei balneari. “Un’occasione importante per chi come noi ha deciso di metterci la faccia per garantire un futuro agli operatori del settore – ha detto Cristina Scaletti, assessore al Turismo della Regione e candidata alla Camera per Centro Democratico– oggi abbiamo saldato un legame importante, recependo le proposte dei balneari, che rischiano di gettar via gli sforzi di decenni per la latitanza del governo italiano nei confronti dell’Unione Europea. Il nuovo governo di centrosinistra, invece, dovrà andare a spiegare le peculiarità di questo settore in Italia e quello che garantisce anche in termini occupazionali, per ottenere l’esclusione delle concessioni balneari a scopo turistico ricreativo dalla direttiva Bolkestein. Inoltre – ha aggiunto Scaletti – sarà presto portato in giunta un testo di legge regionale sulla facile e difficile rimozione, per poter colmare con una legge regionale un’incertezza normativa ed evitare un’ulteriore inaccettabile penalizzazione del settore”. “Noi rappresentiamo ciò che abbiamo fatto già in Parlamento – ha detto l’On.David Favia, candidato di Centro Democratico nelle Marche e firmatario di un progetto di legge per la tutela delle imprese del settore – da parte nostra ci impegniamo a continuare questa battaglia. Il programma di Centro Democratico prevede la tutela della piccola e media impresa, in questo contesto si colloca la nostra convinzione nel rappresentare nei confronti dell’Europa queste istanze”. Centro Democratico è l’unica forza politica che candida due rappresentanti dei balneari: oltre a Paperini in Toscana, il presidente dell’associazione di categoria Sib, Enzo Monachesi, è candidato nelle Marche. “Credo che la mia presenza in lista sia una garanzia per gli imprenditori balneari – ha detto Paperini – Centro Democratico è l’unica forza politica che si è schierata senza ambiguità in sostegno dei balneari per chiedere una deroga alla direttiva Bolkestein per fermare le aste delle concessioni demaniali”. “In campagna elettorale se ne vedono di tutti i colori – ha sottolineato Monachesi – persino Tremonti, che ha sempre boicottato ogni nostra iniziativa, ci sta cercando per un dialogo. Io credo che la novità siamo noi che decidiamo di impegnarci come balneari per rappresentare gli stessi balneari. Io e Paperini ci siamo messi a disposizione di una categoria che ha mille problemi seri: siamo imprenditori, ma anche cittadini che devono preoccuparsi soprattutto di mantenere le loro famiglie”. All’iniziativa di oggi hanno partecipato, tra gli altri, Vincenzo Lardinelli (Presidente nazionale Fiba Confesercenti), Fabrizio Licordari (Presidente nazionale Federbalneari Confindustria), Massimo Ronzi (Presidente regionale Federbalneari Confindustria), Massimo Vivoli (Presidente regionale Confesercenti), Graziano Giannesi (Presidente regionale Sib Confcommercio), Emiliano Favilla e Fabrizio Maggiorelli, coordinatori del comitato di salvataggio delle imprese balneari. Insieme a loro molti altri rappresentanti delle associazioni di categoria locali. Candidato alla Camera per Centro Democratico è anche Alessandro Augier, direttore dell’hotel Principe di Piemonte: “Il turismo è il nostro petrolio, ma nessuno se ne rende conto – ha detto intervenendo oggi – abbiamo un ministero del Turismo che non conta nulla. Noi operatori siamo una risorsa per questo territorio, dobbiamo salvare in ogni modo le attività locali. Per questo ho deciso di candidarmi con Centro Democratico, a sostegno della candidatura di Cristina Scaletti, che come assessore ha ben operato per sostenere una delle risorse toscane più importanti”.

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>