Direttiva Bolkestein, la posizione di Magdi Cristiano Allam

magdi allamPubblichiamo un post di Magdi Cristiano Allam, che ringraziamo per il costante impegno a fianco dei balneari.

Siamo d’accordo sul fatto che la mini-proroga non sia sufficiente  per garantire la ripresa degli investimenti, ma comunque per noi si tratta sempre di un’occasione per vedere finalmente regolamentato il sistema e per batterci affinché lo sia.

Relativamente ad un’ eventuale multa, da parte dell’Ue, fino a 652.800 euro al giorno vogliamo spiegare una volta per tutte che l’UE ha censurato che le concessioni non avessero una scadenza, i cinque anni di proroga non tolgono la scadenza, la allungano solamente e quindi non siamo in infrazione, né ci andremo nel breve periodo. Inoltre noi siamo orfani del governo e per questo motivo non siamo riusciti finora ad esercitare la delega (che, ricordiamo, scadrà il 17 aprile e quindi ancora attiva) rispetto all’articolo 11 della comunitaria.

Quello che maggiormente ci preoccupa e che, volendo, chi viene dopo potrebbe utilizzare la delega e applicare l’articolo 11.

Per visualizzare e leggere l’articolo cliccare sulla foto.

 



Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>