Distretti turistici: quale altra regione li ha fatti nei termini stabiliti dalla legge?

Da Itb Italia

Sappiamo che il primo distretto turistico in Italia che può godere dei vantaggi previsti dalla legge 106/2011, che ha convertito in legge il decreto 70 del 13 maggio 2011, meglio noto come Decreto Tremonti è Distretto Turistico e Balneare del Secondo Polo Turistico di Roma Capitale.

Esso è sviluppato su “un’ampia porzione del territorio occidentale del Comune di Roma”, con alcuni punti di confine, tra cui  la foce del Tevere, in prossimità dell’Idroscalo di Ostia, il confine con il Comune di Fiumicino, l’Autostrada A12 Roma-Civitavecchia e via dell’Arrone, via di Boccea. Il perimetro del Secondo Polo segue, poi, il tracciato della via Aurelia in direzione est, fino a raggiungere il Grande Raccordo Anulare, zona Magliana, proseguendo lungo il perimetro della riserva naturale regionale “Tenuta dei Massimi”, fino all’intersezione con la linea ferroviaria FR1, in prossimità della fermata Muratella. La perimetrazione segue la ferrovia fino al viadotto della Magliana, attraversa il Tevere e, proseguendo sempre lungo il viadotto, la via Cristoforo Colombo. Costeggia lo stadio Tre Fontane e, dopo aver percorso viale dell’Atletica, ripiega verso sud seguendo il tracciato di via Laurentina fino a via dell’Oceano Atlantico, includendo il quartiere Eur e l’incrocio con via Cristoforo Colombo. Da qui si arriva a sud lungo la via Pontina fino a raggiungere il confine comunale con Pomezia, comprendendo l’ambito ASI Castel Romano – consorzio per lo sviluppo industriale Roma-Latina. Piegando verso ovest, il perimetro segue il confine comunale fino al mare, per poi seguire la linea di costa e chiudersi presso la foce del Tevere.

Cliccare sull’immagine per leggere il pdf 

Tenuto conto del fatto che i distretti turistici hanno tra l’altro l’obiettivo di riqualificare e rilanciare l’offerta turistica a livello nazionale e internazionale, di migliorare l’efficienza nell’organizzazione e nella produzione dei servizi, di accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori del Distretto, di assicurare garanzie e certezze giuridiche alle imprese che vi operano maggiori opportunità di investimento, accesso al credito, semplificazione e celerità nei rapporti con le pubbliche amministrazioni ci paiono una buona occasione da sfruttare. Volevamo però sapere quale altra regione ha creato i distretti turistici entro i limiti previsti dalla legge, il 31/12/2012.

Legge 12 luglio 2011, n. 106 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 13 maggio 2011, n. 70 Semestre Europeo – Prime disposizioni urgenti per l’economia (G.U. n. 160 del 12 luglio 2011)

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>