Donnedamare alla Festa Democratica: ecco a chi abbiamo consegnato il libro

Quella di ieri è stata una giornata utile ed importante, almeno per quanto riguarda la denuncia del nostro problema.

Eravamo presenti infatti come Donnedamare Laura Castello e io, Bettina Bolla, accompagnate da Gianni Bazzurro e Giorgio Bolla.

1234645_202978479871862_1540528430_n

Bettina Bolla, Armando Cirillo, Arnaldo Buscaglia, Roberta Milano, Laura Castello

Ho avuto modo di parlare con Armando Cirillo in merito alle ultime novità riguardo la nostra categoria, mi ha riferito in merito all’incontro con il sottosegretario Beretta che riguardava soprattutto i pertinenziali. In quella sede, dice Cirillo, è stato lui ad evidenziare il problema della Bolkestein, portando l’attenzione anche sul problema delle aste.

Come già ci aveva detto per lui è impensabile avere una deroga, ma vede come armi vincenti in sede UE chiedere innanzitutto l’armonizzazione  delle leggi per tutti i paesi UE citando oltre alla Spagna anche la Croazia e basare tutte le nostre richieste sulla base di uno sviluppo economico, in base a quanto siamo disposti ad investire nel turismo. Queste due sono le uniche armi con cui si potrà andare in Europa a contrattare, ma come politico dice “Io devo rispettare le leggi e dal Trattato non si scappa”.

Molte, come al solito, le perplessità, soprattutto se un’armonizzazione delle leggi e della durata delle concessioni avvenga al rialzo (Spagna) o al ribasso Francia (ricordiamo che in Francia le aste si fanno ogni 12 anni e la realtà degli stabilimenti balneari francesi rispetto a quelli italiani, come abbiamo potuto constatare di persona a Nizza, è ben diversa in termini di qualità e servizi offerti direi pessimi in confronto ai nostri).

La sdemanializzazione, dice, è una strada che a lui non piace “E’ impensabile vendere le spiagge”

Io ho voluto sottolineare che un politico rispetta le leggi, ma anche i propri cittadini e soprattutto la sovranità del proprio popolo, ma su certi argomenti, anche se si parla a cuore aperto è difficile con Armando Cirillo un interlocutore totalmente dalla nostra parte.

 

Sen. Roberta Pinotti, Giorgio Bolla

Sen. Roberta Pinotti, Giorgio Bolla

Sempre nel pomeriggio abbiamo incontrato la Senatrice Pinotti, nominata sottosegretario alla Difesa, da molto dalla parte delle Donnedamare. Ricordiamo che il suo intervento è anche stato pubblicato nel nostro libro http://www.donnedamare.it/sen-roberta-pinotti

 

 

Bettina Bolla, Marco Melgrati, Gaetano Quagliariello

Bettina Bolla, Marco Melgrati, Gaetano Quagliariello

A seguire abbiamo voluto consegnare il nostro libro a Gaetano Quagliariello, scelto dal Presidente della Repubblica tra il gruppo ristretto per le riforme istituzionali, poiché è a perfetta conoscenza della disperata situazione in cui da anni vive il comparto dei balneari e dei concessionari demaniali Italiani, è tra i firmatari di importanti atti tesi a salvaguardare gli attuali titolari di concessioni di beni demaniali con finalità turistico-ricreativi e gli altri concessionari del demanio marittimo italiano, figura come firmatario dell’emendamento Atto Senato 3533- tomo V- art 34 che proponeva una proroga al 2045 ai titoli concessori, e ancor prima era tra i richiedenti dell’ esclusione delle concessioni demaniali con finalità turistico-ricreative dalla direttiva servizi o con deroga dalla stessa. Si rimanda al link di seguito per capire l’importanza che riveste Gaetano Quagliariello per la nostra categoria

http://www.donnedamare.it/quagliariello-cofirmatario-emendamento-gasparri-nel-gruppo-ristretto-di-napolitano/

Persona cordiale e disponibile mi ha detto che i suoi impegni attuali lo hanno distolto dal nostro problema ma mi ha chiesto di tenerlo aggiornato. Ringrazio Marco Melgrati, capogruppo PDL Liguria per avermi fatto parlare con lui.

 

Bettina Bolla, Sen. Anna Finocchiaro

Bettina Bolla, Sen. Anna Finocchiaro

In ultimo vorrei ringraziare anche la Senatrice Anna Finocchiaro, che ho voluto incontrare per donarle copia del libro di Donnedamare, soprattutto per la sua carica di ex Ministro per le Pari Opportunità. Mi ha detto da subito, parlando solo della Bolkestein che conosce il nostro problema e lo vive, come abitante di una città di mare con la preoccupazione che merita. Quando poi ho voluto sottolineare che si tratta anche di togliere il lavoro di 60 mila donne, destinate ad essere 60 mila disoccuppate ha stretto a sè il libro, dicendo che sicuramente lo leggerà. Grazie Senatrice!

Un ringraziamento all’ormai Amica Anna Giacobbe, che mi ha aiutato ad avvicinare persone così importanti. Grazie

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>