Ecco come il PD spiega la sua marcia indietro sulla sdemanializzazione

image

Dopo le polemiche dei giorni scorsi, l’emendamento alla legge di stabilità che prevedeva la privatizzazione delle spiagge, presentato dalla senatrice del Pd Manuela Granaiola insieme ad altri 9 senatori Dem, è stato ritirato.

A comunicarlo è l’ufficio stampa del gruppo del Pd al Senato.

«PROBLEMA REALE» – «La senatrice Granaiola e gli altri firmatari dell’emendamento hanno però posto un problema reale che riguarda la necessaria tutela del settore turistico-balneare e degli interessi degli operatori. Su questi temi – commenta il presidente dei senatori democratici Luigi Zanda – il gruppo del Pd del Senato si attiverà, anche in sede europea, per ottenere la giusta applicazione della direttiva servizi al sistema italiano di balneazione attrezzata».

DIETROFRONT – «Ho deciso di ritirare l’emendamento da me presentato che peraltro non conteneva alcuna di volontà di privatizzare quell’incommensurabile tesoro nazionale costituito dalle spiagge italiane – spiega la senatrice del Pd Manuela Granaiola in una nota – per evitare fraintendimenti o, peggio, una strumentalizzazione di un serio tentativo di soluzione di un problema che va avanti da troppi anni».

L’EMENDAMENTO – Le polemiche per l’emendamento del Pd erano nate perché anche il Pdl ha presentato un testo per inserire, nella legge di stabilità, la vendita delle aree su cui sorgono gli stabilimenti balneari fino a oggi in concessione. Un modo, sempre secondo il Pdl, per trovare risorse.

GOVERNO CONTRARIO – Sul tema è intervenuto anche il viceministro dell’Economia, Stefano Fassina (Pd): «Ribadisco che il governo è contrario alla privatizzazione di una parte così importante di demanio marittimo». Fassina riferisce comunque che la questione della situazione di «incertezza delle aziende balneari va affrontata e la affronteremo a breve per salvaguardare la specificità» di tali aziende. Dal canto suo, il segretario del Pd Epifani ha aggiunto che «quella dei nove senatori sulla vendita delle spiagge non è la posizione del partito. Io avevo detto qualche giorno fa che le spiagge son di tutti, lasciamole di tutti».

Ma non era stato il sottosegretario Baretta (PD) il primo a presentarci la proposta di sdemanializzazione?!?

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>