Emergenza Maxi – canoni pertinenziali: ecco come il PDL affronta questo gravissimo tema.

534350_10201012638266013_1798122540_nDa On.le Sergio Pizzolante

Emergenza Maxi – canoni pertinenziali

Ho presentato l’emendamento alla legge di stabilità.

L’ emendamento ha come fine quello di tamponare una gravissima situazione venutasi a creare per circa 300 concessionari di beni pertinenziali del demanio marittimo e relative aziende impegnate nelle attività ivi esercitate che, in ragione della modifica al D.L. 300/1993 operata dalla legge 296/2006 (finanziaria per l’anno 2007), hanno subito aumenti spropositati, nell’ordine del 3000%-5000% (tremila per cento), del canone demaniale marittimo. Si tratta comunque di una soluzione temporanea per evitare chiusure e fallimenti, nell’attesa di ridefinire in maniera sistematica la questione dei canoni demaniali marittimi, andando a ridurre anche il contenzioso venutosi a creare per effetto dello spropositato aumento sopra citato. In tale ottica, considerato che un intervento risolutivo nei termini appena prospettati dovrebbe incidere per circa 65/70 milioni di Euro (7 anni di arretrati), si precisa sin da ora che si provvederà alla copertura della somma ora indicata con un aumento minimo per tutte le concessioni demaniali marittime, un aumento più cospicuo dei minimi per le concessioni demaniali commerciali non gravate da altri oneri concessori e un contributo dei concessionari interessati e coinvolti nei giudizi di cui sopra da definire.
Per l’emendamento di sospensione si è prevista una copertura, abbondante, di aumento dei minimi per le concessioni ad euro 2.000,00.

L’ emendamento è stato sottoscritto dai Senatori Gasparri, Romani, Chiavaroli e Bonfrisco.

Testo integrale dell’emendamento:

Art. 3 ter (Disposizioni in materia di canoni demaniali marittimi per i beni pertinenziali): 5-bis. Nelle more di una urgente ed ineludibile modifica sistemica dei canoni demaniali marittimi di cui al D.L. 5 ottobre 1993, n. 400 e di intervento nella materia per evitare le profonde sperequazioni create con l’applicazione dei criteri di calcolo del canone demaniale marittimo per i beni pertinenziali, sino alla data del 30.06.2014 sono sospesi i pagamenti dei canoni per le concessioni demaniali marittime indicate all’art. 3 del D.L. 5 ottobre 1993 n. 400, così come modificato dall’art. 1, comma 251, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e dall’art. 1, comma 252, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, anche qualora i relativi importi siano stati iscritti al ruolo esattoriale e siano state emesse cartelle di pagamento da parte degli agenti incaricati alla riscossione.

5-ter. Sino alla stessa data del 30.06.2014 sono sospesi i procedimenti amministrativi avviati dalle amministrazioni competenti, e gli effetti dei medesimi, relativi alla sospensione, revoca o decadenza dalla concessione demaniale marittima derivante dal mancato versamento del canone demaniale marittimo nella misura determinata dall’art. 1, comma 251, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.

5-quater. Per coprire temporaneamente il minor gettito derivante dalla sospensione di cui al comma che precede, all’art. 3 del D.L. 5 ottobre 1993, n. 400, così come convertito in legge, è aggiunto il seguente comma “4 ter. In ogni caso il canone demaniale marittimo per qualsiasi tipologia di concessione non potrà essere inferiore ad Euro 2.000,00 a decorrere dall’anno 2014.

Share

One Response to “Emergenza Maxi – canoni pertinenziali: ecco come il PDL affronta questo gravissimo tema.”

  1. filippo

    Sarebbe finalmente una cosa sensata, io sono una di quelle aziende che ha avuto un aumento del 1850 per cento e quindi per quanto riguarda gli anni che seguono il 2009 come pagamenti dei nuovi canoni sono in regola mentre con quelli del 2007 e 2008 ho versato solo una piccola parte perche purtroppo questi stabili hanno bisogno di continua manutenzione i quali costi sono tutti a carico nostro aumentando notevolmente il l’affitto

    Rispondi

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>