EUROPEE, SASSOLI (PD): MODIFICARE LA BOLKESTEIN SULLA PARTE TURISTICO-BALNEARE

image

Le problematiche connesse all’applicazione della legge Bolkestein sono state scoperte dopo che si era concluso l’iter della legge nella passata legislatura. È stato un classico esempio di come non si deve comportare un Paese se vuole tutelare i propri interessi. Così David Sassoli, capodelegazione del Pd al Parlamento Europeo e candidato alle elezioni europee del 25 maggio, intervenendo a Follonica (GR) a un tavolo di lavoro con i rappresentanti della Federazione Italiana Stabilimenti Balneari fra cui il presidente nazionale Vincenzo Landini.

“L’obiettivo dev’essere un’ampia proroga per consentire al Parlamento italiano di regolare il settore e al Parlamento europeo di riformare la direttiva europea nella parte che riguarda l’impresa turistico-balneare. Di recente – ha informato Sassoli – anche la Commissaria Europea greca, Maria Damanaki, si è pronunciata a favore di una modifica della Bolkestein nella parte che riguarda le spiagge considerando troppi rigidi i vincoli applicati alle concessioni demaniali”

Share

One Response to “EUROPEE, SASSOLI (PD): MODIFICARE LA BOLKESTEIN SULLA PARTE TURISTICO-BALNEARE”

  1. Massimo

    Ecco, avevate dubbi che qualcuno arrivasse a parare il sedere ai “Padroni dei Bagni” fatto. Peccato che la terza e quarta generazione che si trova la pappa fatta sia ancora una volta tutelata a discapito di chi vorrebbe tentare un’impresa balneare senza averne la possibilità. Le licenze ve le terrete belle strette e i poteri forti vi difenderanno, forse anche loro sono “padroni” di bagni. In Italia non ce la faremo mai a fare impresa libera.

    Rispondi

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>