Fdi, su balneari Calenda si allinea a volere lobby. Ma la Bianchi (NCD) lo difende

 (ANSA) – ROMA, 27 FEB – “Con le sue farneticanti dichiarazioni contro i balneari, il ministro Calenda ha dimostrato di non sapere nulla delle 30mila imprese di questo comparto, che rappresenta un unicuum in Europa. Evidentemente pero’ nei suoi pochi mesi da ambasciatore dell’Italia presso l’UE ha avuto modo di capire che lobby e multinazionali vogliono le nostre spiagge e quindi si e’ subito allineato agli sponsor dei suoi governi. Chiediamo al ministro Costa, che sta sostenendo la bonta’ del disegno di legge che spalanca le porte alle aste raccontando ai balneari che verranno tutelati, di prendere le distanze da questo “apprendista stregone” che parla di cose che non conosce, con un astio ideologico inaccettabile nei confronti di una intera categoria”. E’ quanto dichiara Carlo Fidanza, responsabile nazionale Enti Locali di Fratelli d’Italia.(ANSA). PDA 27-FEB-17 19:32 NNNN

 

e intanto a difesa del Ministro Calenda, interviene Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo.

Ci dispiace contraddirla ma i Balneari

NON SONO AFFATTO CONTENTI e NON RITENGONO TALE PROVVEDIMENTO EQUILIBRATO, POICHE IN ESSO CI SONO LE ASTE. 

Roma, 27 feb. (AdnKronos) – “Il Governo è dalla parte dei balneari, a differenza di quello sostiene la Lega Nord nella sua perenne campagna elettorale”. A dirlo è Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo.
“Infatti con il ddl delega sulle concessioni demaniali marittime presentato dal ministro Costa -sottolinea- abbiamo dato una risposta alle preoccupazioni degli operatori del settore”.

Bianchi rimarca che “si tratta di un provvedimento equilibrato che tiene in considerazione l’attuale panorama normativo europeo ma anche gli investimenti, il valore commerciale e la professionalità delle imprese del settore”.

“Siamo ben consapevoli -aggiunge- dell’importanza del comparto che apporta un valore aggiunto di 14 miliardi di euro e che rappresenta un settore strategico per lo sviluppo del turismo e dell’innovazione del prodotto turistico”. “Le opinioni espresse dal ministro Calenda, come lui stesso ha precisato, sono a titolo personale e non possono essere strumentalizzate. Bisogna pensare al bene del settore non a fare facili proclami” indica infine il sottosegretario al Turismo.

chi è Dorina Bianchi

Deputata (2001-2008) e senatrice (dal 2008 al 2013) e nuovamente Deputato dopo le elezioni politiche del 2013, ha iniziato la sua esperienza politica nel centrodestra col CCD, poi è passata al centrosinistra con La Margherita. In seguito è ritornata nell’UDC, passando poi al Popolo della Libertà, aderendo infine al Nuovo Centrodestra guidato da Angelino Alfano.

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>