Firenze, 23 Ottobre: Esiti dell’Assemblea

vaccarezza-1La 30° Assemblea ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani – si è aperta ieri, 23 ottobre 2013, a Firenze, alla presenza di Giorgio Napolitano – Presidente della Repubblica. Un ricco programma, all’interno del quale c’era anche un incontro di particolare interesse per i balneari: la Consulta delle città di mare, il cui esito è stato per noi deludente

Noi non eravamo dentro, ma a manifestare fuori e ne apprendiamo l’esito dalle parole del Delegato al demanio UPI, Presidente della Provincia di Savona e per l’occasione anche Assessore al Demanio del Comune di Alassio Angelo Vaccarezza e da Enrico Schiappapietra, Assessore Demanio Comune di Varazze, nonchè presidente regionale SIB.

Alla riunione c’erano solo  6 comuni liguri,  4 o 5 comuni toscani, inoltre la Consulta del mare ha nomine bloccate e non si ha diritto di voto se non si fa parte della Consulta e di  comuni aventi il diritto di voto ce ne erano solo tre, quindi un eventuale documento sarebbe stato comunque debolissimo.

Dopo un’introduzione esatta e precisa di Luciano Monticelli, delegato ANCI al demanio,  si è chiesto una presa di posizione coraggiosa da parte dell’ANCI, chiedendo che da quella riunione uscisse un documento, che provasse a dire, pur rischiando la 101esima infrazione (visto che l’Italia ne ha già 100), che siamo beni e non servizi, dando un chiaro segnale di voler provare a risolvere il problema. “Così come le fonti delle acque minerali da servizio sono diventate bene, afferma Angelo Vaccarezza, sarebbe il caso che questo governo risolvesse il problema una volta per tutte, oppure nel caso in cui non lo potesse fare, che, in subordine, dicesse come intende applicare la Bolkestein, che comunque tutela il concessionario attuale”. L’ANCI dovrebbe prendere una posizione ben precisa, poiché pur sempre i sindaci governano persone che hanno diritti e che hanno fatto investimenti in virtù del fatto che c’erano leggi che lo permettevano.

Luciano Monticelli ha dato la sua approvazione al documento, ma poi si è ottenuto soltanto che fosse fatta una richiesta, debole, di audizione a Fassino.

E’ importante quindi che l’ANCI, e con questo ci uniamo alle parole di Angelo Vaccarezza, con una presa di posizione forte, dimostri la sua volontà di aiutarci e di non essere piegata a certe posizioni, smentendo quindi pubblicamente le posizioni di Gnassi. 

Su FB, inoltre, Angelo Vaccarezza aggiunge: “in qualità di Vice Presidente Vicario dell’UPI chiederò un incontro ufficiale al Presidente dell’ANCI”

Enrico Schiappapietra invita tutti sul territorio con i sindaci a rafforzare la linea di Luciano Monticelli e critica la decisione  di non  aver fatto  votare  l’assemblea dei sindaci delle città del mare, ma di avere accettato soltanto il voto dei tre sindaci della Consulta. Ha poi chiesto nelle more del possibile che l’ANCI si faccia portavoce del problema dei pertinenziali che hanno una morte vicina 31/12 di quest’anno. 

 

 

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>