Gli auguri di Natale di Manuela Granaiola: un invito a non disperare e a rimboccarsi le maniche

DSC_1848Tra pochi giorni sarà ancora Natale. Una festa segnata anche quest’anno da un’insicurezza profonda che attanaglia milioni di famiglie; che colpisce i giovani che non trovano occupazione, i lavoratori in età avanzata che, espulsi dal lavoro, difficilmente possono ancora sperare di rientravi. E penso soprattutto alle molte donne che vedono sempre più allontanarsi la speranza di trovare un lavoro, quasi sempre costrette a supplire alle carenze dello stato sociale. Il 2012 anche per la Versilia è stato un anno da archiviare e dimenticare; segnato profondamente da una crisi che ha prodotto nuove povertà e nuove ingiustizie sociali.Tuttavia di fronte ad un quadro così pesante, il mio invito è quello di non disperare, di rimboccarsi le maniche, di non chiudersi in se stessi. L’Italia è un grande paese così come la Versilia è ancora una terra ricca di potenzialità, di creatività, di cultura e di capacità lavorativa.In questa situazione torno spesso a riflettere sulla nostra costituzione e sul fatto che l’Italia è un paese con una costituzione che giustamente Benigni ha magistralmente onorato come la più bella del mondo. Il mio appello è a ripartire da li, dalla lettera e dallo spirito di quel patto civile, giuridico, di civiltà e di democrazia che unisce gli italiani, convincendomi sempre di più che ancora una volta il nostro futuro dipenderà da tutti noi.E’ con queste buone ragioni, con grande speranza e tutto l’ottimismo della volontà, che mi sento di porgere a tutti voi i migliori auguri di Buon Natale, molta serenità e un buon 2013. Un anno che ancora sarà segnato da sfide da affrontare; ma voglio sperare anche che sarà un anno di partecipazione, di ricostruzione e di rinnovato impegno civile. Ne abbiamo tutti bisogno.

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>