Granaiola: “un’occasione perduta il mancato inserimento della proposta di soluzione per le concessioni demaniali marittime nel ddl di stabilità”

avatar
NON ABBIAMO ALTRO DA DIRLE SENATRICE: GRAZIE
Un’occasione perduta il mancato inserimento nel ddl di stabilità della proposta di soluzione per le concessioni demaniali marittime annunciata dal sottosegretario Baretta!
Avrebbe consentito di porre fine in modo soddisfacente per lo Stato, per il Demanio, per le categorie, ad un’annosa vicenda che sta bloccando tutto il settore, dove a seguito dell’incertezza normativa siamo di fronte ad un blocco degli investimenti, al blocco delle assunzioni, alla mancata concessione di credito da parte delle banche.
30.000 aziende bloccate, 300.000 lavoratori a rischio, 3 milioni di persone che lavorano nell’indotto e che rischiano di andare a casa, una grande occasione perduta per lo stato di far cassa da un settore del turismo che ancora resiste e che contribuisce , ameno fino ad ora, ad una fetta consistente del PIL.
Senza parlare di circa 300 aziende, i cosiddetti “pertinenziali”, che se non ottengono una ulteriore moratoria per il pagamento degli esosi canoni OMI, oggettivamente insostenibili, saranno costrette a chiudere i battenti.
Pur comprendendo le motivazioni del sottosegretario Baretta, che intende acquisire il parere delle regioni e degli enti locali su una questione così spinosa, mal si digeriscono le opposizioni del Ministro Orlando , forse indotte da un pregiudizio pseudo ambientalistico ,e quelle delle del rappresentante delle regioni, che sembra aver recepito solo il parere del Sindaco di Rimini e dell’Assessore al turismo dell’emilia-romagna, sempre di Rimini, il cui pensiero è ormai noto dalla notte dei tempi e tende a privilegiare i grandi investimenti, anzichè tutelare il mondo delle piccole imprese, che sono la vera linfa vitale della nostra economia. Il tempo non è ancora scaduto per il Governo, si può sempre rimediare, se davvero la maggioranza in Parlamento è daccordo. Per i balneari invece il tempo della pazienza è davvero “finito”, perchè ci sarà anche chi in questi anni ha pagato canoni irrisori, ma io personalmente ne conosco tanti, anzi tantissimi, in tutta Italia, che pagano i giusti canoni, che hanno investito migliaia e migliaia di Euro, che stanno pagando mutui salatissimi e che sopratutto danno lavoro a tante persone e che svolgono una funzione importantissima di tutela delle coste, di sicurezza e soccorso in mare, e sul mare , che rendono il nostro sistema di balneazione attrezzata unico al mondo. Il commissario Bolkestein, intenda, o qualcuno del Governo, finalmente glielo faccia intendere !!!!
Sen. Manuela Granaiola
Share

2 Responses to “Granaiola: “un’occasione perduta il mancato inserimento della proposta di soluzione per le concessioni demaniali marittime nel ddl di stabilità””

  1. Roberto topa

    Grazie senatrice x quello che fa x i balneari….in quanto al discorso pd credo che quello che predica il pd emiliano sia l’opposto della filosofia e dei valori di un grande partito come il PD,proprio in questo momento storico x la crisi il popolo ha bisogno di valori…invece…che disgrazia…senza valori..sono dei senzadio , credevo di stare in uno stato di diritto invece..

    Rispondi
  2. elisabetta.benvenuti@hotmail.it

    Un analisi perfetta per una situazione ormai insostenibile. Bravissima……

    Rispondi

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>