I balneari incontrano Di Maio e Ruocco (M5S)

10291065_717406334949118_355802838192493201_nDa Marcello Di Finizio

CON SERIETA’ E COSCIENZA PER PARLARE DELLA QUESTIONE BALNEARE : oggi giovedi, 17 aprile, all’incontro con il Vicepresidente della Camera Luigi di Maio (M5S), e la Vicepresidente della Commissione Finanze, Carla Ruocco (M5S) erano presenti Patrizia Lerda (Donne D’A-mare), Nando Cardarelli (Coordinatore nazionale Comitati Balneari) e il sottoscritto Marcello Di Finizio. E’ stato un incontro sereno e democratico, all’insegna del buon senso e della costruttività. Abbiamo toccato tutti i punti fondamentali che riguardano i motivi per cui questo comparto è stato paralizzato: dalla Direttiva Bolkestein alla cattiva gestione della materia da parte della vecchia politica (destra, sinistra e “tecnici”) i quali, chi in mala fede, chi in buona fede, chi per totale incompetenza e inettitudine, il risultato non cambia, sta di fatto che hanno portato anche questo comparto produttivo del paese, uno tra i più importanti, sull’orlo del precipizio.

Abbiamo parlato anche dei sindacati, i quali si sono dimostrati, palesemente, null’altro che il braccio imbonitore della vecchia politica, il sedativo per la gente. I sindacati di certo sapevano molto… e quasi niente hanno fatto, oltre che minimizzare la gravità della questione e tenere buona la gente, e come se non bastasse hanno disgregato la categoria e ci hanno messi tutti contro tutti (“la guerra dei poveri”… come dire… dividi e impera), invece di fare proprio il contrario… mettere i politici contro politici. Pazzesco!!!

Il vice Presidente Di Maio e l’on. Ruocco hanno dimostrato di aver compreso molto bene la questione e vogliono davvero darci una mano per tirarci fuori da questo impasse che presto ci porterà a diventare cibo di questa Europa delle mafie e delle multinazionali. Abbiamo parlato del riordino dei canoni (questione pertinenziali). Si sono anche impegnati a incontrare in tempi brevissimi, una delegazione di balneari di tutta Italia, al fine di valutare e discutere insieme a noi e ai parlamentari del M5S delle quattro commissioni che ci competono, una proposta condivisa e ragionevole per tutti. Speriamo che almeno questa volta i sindacati partecipino e incomincino a fare le cose per cui sono stati pagati: DIFENDERE GLI INTERESSI DELLA CATEGORIA.

Infine, Patrizia Lerda ha donato a loro il libro delle Donne d’A-mare, cosa che è stata molto gradita.

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>