Il Libro di Donnedamare consegnato a Massimo Bray e a Stefano Fassina

In occasione della Festa Democratica Nazionale di Genova al Porto Antico dal 30 agosto al 9 settembre abbiamo finora avuto l’occasione di consegnare il libro a molti esponenti politici importanti.

Questa sera Laura Castello ed io, sempre accompagnate da Giorgio Bolla, abbiamo incontrato il Ministro dei Beni culturali e del Turismo Massimo Bray

Purtroppo nel corso dell’intervista a Massimo Bray, durata circa un’ora, il Ministro Bray, pur parlando di Turismo  non ha citato il sistema balneare italiano, come parte importante nel settore turistico nel suo complesso. Non ne ha parlato nonostante seguissimo l’intervista twittando le possibile suggestioni all’intervistatore. Inutile dire che ci siamo rimaste male, o già sapevamo ch enon ne avrebbe parlato? Si, forse si.

Quando ho avuto l’occasione di parlargli gli ho esposto brevemente il nostro problema, sottolineando che se lui volesse mettere a punto una strategia per incentivare ed esaltare le sinergie tra settore del turismo e settore delle attività culturali (fonte http://tuttosbagliatotuttodarifare.blogspot.it/2013/07/la-risposta-di-massimo-bray-anzi-di.html), dovrebbe tutelare anche il nostro settore, un unicum in Europa che rappresenta un’espressione del Made in Italy e che unisce cultura, storia, a volte arte (si pensi allo stile liberty degli stabilimenti balneari di Viareggio) e soprattutto legame col territorio di appartenenza. Chissà se il Ministro sarebbe contento ad avere al nostro posto gli autogrill del mare?!? La sua idea di Turismo Culturale svanirebbe con le multinazionali sulle spiagge.

Ci ha comunque promesso di occuparsi del nostro problema, gradirei aprisse un dibattito su facebook o su twitter, visto che lui è uno dei sostenitori del fatto che i cittadini debbano dialogare con le istituzioni. La prima volta che ci chiese di dirgli quali fossero le priorità noi gli bombardammo la bacheca di post, ma non abbiamo avuto un seguito alle nostre richieste. Staremo a vedere, magari il Ministro Bray legge cos’ha da dire un’associazione culturale di Donne balneari e decide di rispondere e di Fare.

bray

 

Stefano Fassina, che già avevamo sentito parlare de balneari durante il Congresso Nazionale del PD sul Turismo  (vedi link) http://www.donnedamare.it/stefano-fassina-vogliamo-riaprire-la-discussione-con-la-commissione-europea/ e rimandiamo al comunicato stampa scritto insieme ad Armando Cirillo il giorno prima della Conferenza http://www.donnedamare.it/comunicato-stampa-di-cirillo-e-fassina/

fassina

A lui abbiamo consegnato il libro e ci ha detto con tono rassicurante che è sua intenzione e dei politici che stanno lavorando alla soluzione del problema, salvare il comparto balneare italiano dall’errata applicazione della Bolkestein, di cui non ci dobbiamo preoccupare. Speriamo… sarà troppo bello per essere vero?!?

fassi

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>