Il Presidente della X Commissione, Epifani nel 2010 si dichiarava contro la Bolkestein

Guglielmo Epifani

Guglielmo Epifani

Antonio Smeragliuolo e Bettina Bolla

Il Presidente della X Commissione, Guglielmo Epifani nel 2010 in occasione del XV Congresso nazionale Cgil  si dichiarava contro la Bolkestein. Ora sta a lui provarlo nei fatti.

fonte “http://www.filcams.cgil.it/home.nsf/IFrameCorpo1l?OpenPage&http://www.filcams.cgil.it/stampa.nsf/ClassWeb/ee2456c6988d5bd1c12571240059f262

Questa che riportiamo è la relazione di apertura di Guglielmo Epifani:

“Anche per questo ci siamo battuti contro la Direttiva Bolkestein, non per fermare un processo di integrazione nel campo dei servizi. Ma per evitare di mettere in concorrenza lavoratori contro lavoratori; norme di un paese contro norme di un altro paese, contratti contro contratti, sapendo che poi sarebbe finita qui la vera partita: scaricando tutto sui più deboli, mentre i forti ne sarebbero stati esclusi.

Più integrazione dei mercati è necessaria, ma ci vogliono regole e standard uniformi, e per questo contratti collettivi europei. Non atti di furbizia e di divisione del lavoro.

Il Parlamento europeo ha compiuto un passo in avanti: ha eliminato il principio del paese d’origine; ha escluso il diritto del lavoro e riconosciuto il ruolo dei contratti collettivi; ha ribadito l’esclusione delle agenzie interinali, i servizi di interesse generale, e salvaguardato la direttiva sui distacchi dei lavoratori. Altre parti, invece, sono rimaste ambigue e in contraddizione con le modifiche apportate: cosa succede per i rifiuti, per l’acqua, per l’istruzione privata e la formazione professionale, per la sanità privata? Per questo bisognerà insistere per migliorare il testo della Direttiva, anche per ridurre le interpretazioni che potrebbero portare ad una lunghissima serie di controversie di carattere giudiziario”

In effetti per quanto riguarda le controversie di carattere giudiziario ci aveva visto lungo:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/27/spiagge-balneari-versilia-contro-il-governo-no-intesa-pronti-a-guerra-ricorsi/792946/

E questo di certo non porterà vantaggio ai cittadini, strumentalmente male informati dai giornalisti, da improvvisati comici e dalla tv, che si troveranno a pagare per le migliaia di ricorsi con ulteriori tassazioni invece di godere dei soldi provenienti dalla vendita dei soli terreni dove insistono le strutture da noi negli anni  regolarmente edificate e non le spiagge che resteranno patrimonio dello stato italiano!!!!!!!!!!!

 

Vedasi anche

http://www.donnedamare.it/composizione-della-x-commissione-attivita-produttive-commercio-e-turismo/

http://www.donnedamare.it/3-4-5-dicembre-convocazione-della-x-commissione/

http://www.donnedamare.it/composizione-della-x-commissione-attivita-produttive-commercio-e-turismo/

 

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>