La Commissione intende semplificare la vita delle PMI alleggerendo i 10 atti legislativi dell’UE più gravosi

imagesI 20,8 milioni di piccole e medie imprese europee (PMI) creano l’85% dei nuovi posti di lavoro in Europa, occupano 2/3 della forza lavoro dell’UE e contribuiscono in misura significativa all’innovazione e alla crescita. Secondo il principio “pensare anzitutto in piccolo” e in linea con il Small Business Act del 2008, la Commissione ha posto al centro del suo programma in materia di regolamentazione intelligente il contributo alla crescita e alla creazione di posti di lavoro in Europa. In una vasta consultazione lanciata dalla Commissione circa 1000 PMI e organizzazioni imprenditoriali hanno indicato i 10 atti legislativi dell’UE più gravosi. Obiettivo della consultazione era determinare i settori in cui la normativa UE può rappresentare un ostacolo alla crescita e alla creazione di posti di lavoro ed evidenziare gli aspetti e i problemi che richiedono un esame più approfondito e, se del caso, interventi concreti. Secondo i risultati, pubblicati oggi, le PMI ritengono che le difficoltà e i costi maggiori derivino dalle norme in materia di sostanze chimiche (regolamento REACH), imposta sul valore aggiunto, sicurezza dei prodotti, riconoscimento delle qualifiche professionali, protezione dei dati, rifiuti, mercato del lavoro, apparecchi di controllo nel settore dei trasporti su strada, appalti pubblici, nonché dal codice doganale aggiornato.

Dalla consultazione è anche emerso che le piccole imprese considerano la riduzione dei termini di pagamento, ai sensi della direttiva sui ritardi di pagamento che entrerà in vigore il 16 marzo 2013 (IP/12/1071), come uno dei più grandi successi in termini di miglioramento della normativa, assieme all’autorizzazione concessa alle PMI di ricorrere a regimi contabili e di revisione semplificati

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>