LA CONSUETUDINE A BASE DEL LEGITTIMO AFFIDAMENTO DELL’ATTUALE COMPARTO BALNEARE ITALIANO

il_primo_stabilimento_balneare_di_milano_marittimaDa Antonio Smeragliuolo

Art 10 Costituzione 1 comma 

L’ordinamento giuridico italiano si conforma alle norme del diritto internazionale generalmente riconosciuto.

La consuetudine, consiste nell`assunzione, da parte dei consociati di un comportamento constante ed univoco, tenuto nel tempo tale da farlo divenire una regola giuridica a carattere vincolante. A questo concetto leghiamo la mole giurisprudenziale di interventi atti a disciplinare  nel tempo  un rapporto sinalagmatico tra terreno demaniale ed imprese ivi operanti, destinatarie di un atto traslativo concessorio, diretto a delegare da parte dello Stato, funzioni di controllo in capo al concessionario ed al contempo indirizzato al miglior utilizzo del bene demaniale altrimenti lasciato all’incuria del tempo ed a degli usi improduttivi.

Nel rapporto tra consuetudine ed il fluire del tempo nei 150 anni di storia della balneazione Italiana e nel rispetto e  nell’osservare la Legge che costantemente salvaguardava il corretto uso dei beni dello Stato, è innegabile riconoscere a capo del concessionario e conduttore, la spettanza del legittimo affidamento, sorto in buona fede,  in ragione della certezza del diritto delle leggi italiane che hanno disciplinato il comparto balneare prima della ricezione della Direttiva Servizi.

La consuetudine è valutata anche ai sensi dell’art 1340 c.c 1374 c.c 2697 c.c ed è fonte di rango primario e posta al vertice della gerarchia delle fonti del diritto internazionale, la quale, assumendo valori logici, avrebbe dovuto portare i nostri politici a riconoscere che la direttiva servizi 2006/123/CE andava anche a modificare la consuetudine che regolava il comparto balneare nell’armonizzazione delle leggi che lo hanno sempre costantemente nel tempo disciplinato.

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>