La liberalizzazione del mercato dei servizi è tra le sette raccomandazioni della Commissione:

raccNel 2012, la Commissione aveva proposto sette raccomandazioni, poi scese a sei al momento dell’approvazione da parte del Consiglio. Il pacchetto prevedeva la correzione del deficit eccessivo; l’introduzione di regole costituzionali sul pareggio di bilancio e un migliore uso della spesa pubblica; la lotta contro la disoccupazione giovanile; la riforma del diritto del lavoro; nuove misure contro l’evasione fiscale; e la liberalizzazione del mercato dei servizi.

Cliccare sulla foto per leggere l’articolo da cui è stata tratta la frase riportata

 

Il commento di Antonio Smeragliuolo: Un’umiliazione continua

Una raccomandazione europea contro di noi al solito… continuano le umiliazioni. L’Europa continua a non capire che noi siamo i suoi cittadini, cosa dobbiamo ancora fare per farglielo capire? Il governo italiano, impassibile, lascia correre, prima ci ha autorizzato e poi ci ha abbandonati.

Cosa è rimasto del nostro paese? Del nostro diritto? Un’umiliazione continua

Per fortuna, come ci scrive Antonio Smeragliuolo, noi siamo attuali Concessionari e Conduttori di Beni demaniali Italiani:

Codice civile – Capo II
Dei beni appartenenti allo Stato, agli enti pubblici e agli enti ecclesiastici
Art. 822.- Demanio pubblico.- Appartengono allo Stato e fanno parte del demanio pubblico il lido del mare, la spiaggia, le rade e i porti; i fiumi, i torrenti, i laghi e le altre acque definite pubbliche dalle leggi in materia; le opere destinate alla difesa nazionale.
(omissis)

Codice navigazione 
Parte prima.- Della navigazione marittima e interna
Libro primo.- Dell’ordinamento amministrativo della navigazione
Titolo II.- Dei beni pubblici destinati alla navigazione
Capo I.- Del demanio marittimo

Articolo 28.- Beni del demanio marittimo
Fanno parte del demanio marittimo:
a) il lido, la spiaggia, i porti, le rade;
b) le lagune, le foci dei fiumi che sboccano in mare, i bacini di acqua salsa o salmastra che almeno durante una parte dell’anno comunicano liberamente col mare;
c) i canali utilizzabili ad uso pubblico marittimo.

Articolo 29.- Pertinenze del demanio marittimo
Le costruzioni e le altre opere appartenenti allo Stato, che esistono entro i limiti del demanio marittimo e del mare territoriale, sono considerate come pertinenze del demanio stesso.

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>