La spiaggia non c’è più: possibilità di spostare la concessione nelle aree retrostanti!

parkDi questa possibilità ne ha parlato alla consulta di Mare il sindaco di San Michele al Tagliamento, Pasqualino Codognotto e Cristiano Tomei aveva dimostrato di aver già affrontato il caso, evitando forse i problemi che vedrete evidenziati nelle domande sotto.

Alcuni stabilimenti balneari, naturalmente spazio permettendo, possono avere la possibilità di arretrare e recuperare la porzione di concessione “tolta” dal mare.

Ed è di oggi la notizia che il  Comune di Massa ha approvato un provvedimento analogo: gli stabilimenti balneari che non hanno più sabbia davanti, ma il mare che arriva sotto le finestre, potranno arretrare e spostarsi nella lingua di terreno adibita a parcheggi e verde pubblico. Un passo indietro, insomma.

Ci poniamo poi un’ulteriore domanda: ai sensi della delibera 97 del 22 marzo scorso della giunta del comune di Massa Carrara la possibilità di spostare gli stabilimenti a monte nello spazio adibito a parcheggio e spazio verde ricade in zona demaniale statale o comunale? ovvero se ricadesse in zona demaniale comunale si andrebbe a verificare il caso di gestione del nuovo ambito territoriale direttamente dal comune come prospettato dalla delibera di giunta della Regione Liguria del 12 febbraio 2013.

E ancora: Che tipo di contratto andrebbe stipulato su questa nuova area?

 

Cliccare sull’immagine per leggere l’articolo

 

 

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>