“LA VOCE DELLA LUNA” NON SI TOCCA!!!

558207_381085495247872_394193595_nDa Marcello di Finizio

“LA VOCE DELLA LUNA” NON SI TOCCA!!! NON SI TOCCANO ANNI E ANNI DI LAVORO VERO, DI SACRIFICI E DI PASSIONE. CHI TOCCHERA’ “LA VOCE DELLA LUNA” SI RICOPRIRA’ DI INFAMIA E DI VERGOGNA.

 

Cari amici e colleghi,

oggi il comune di Trieste sta vagliando l’ipotesi di ritirami la concessione, se questo avverrà per me sarà davvero la finita. Mi chiedono 27.000 € di canoni regressi per bloccare la situazione, soldi che ovviamente non ho. La mia non è una richiesta di soldi, sapete che non ho mai chiesto soldi a nessuno e che per continuare la battaglia (battaglia che ho combattuto per tutti, non solo per me) ho dovuto vendermi tutto quello che avevo. La mia casa se la sono già portata via, è stata già messa all’asta. L’unica cosa che li ha fermati finora dal portarmi via la concessione è stata la paura dell’opinione pubblica. Visto che, volente o nolente sono un personaggio pubblico, e nella mia città sono conosciuto come un bravo e stimato imprenditore (non ho mai avuto problemi con la giustizia, di nessun tipo, neppure alla lontana, non avevo mai avuto neppure mai problemi con i miei dipendenti o chi che sia, e questo dovrebbe dirla già lunga). Non ho scheletri nell’armadio, è per questo che mi sono potuto permettere di fare tutto quello che ho fatto… guardando in faccia chiunque senza paura. Non mi sono mai risparmiato su nulla…. e su tutto questo penso che nessuno possa ormai avere dei dubbi.

…………………………………………………………………………………

Marcello quando parla della Sua “Voce della Luna” ha gli occhi che brillano come il mare, la sera, davanti al suo ristorante. Forza Marcello, ho imparato a conoscerti in questi anni e sei una brava persona, come molti altri colleghi balneari, che tutti i giorni studiano, viaggiano, fanno incontri per risolvere questo dannatissimo problema. Tu di più perché oltre a perdere tempo, denaro e altro hai anche rischiato di perdere la tua vita.

Donnedamare e la sottoscritta ti aiuterà purché tu non faccia altri gesti clamorosi che mettono a rischio la tua vita, perché quei bastardi ci possono portare via tutto, ma non la vita e finché abbiamo quello ci sarà speranza. E tu devi combattere con noi, al nostro fianco, in modo sensato, programmato e senza atti estremi. Se ci prometti questo noi saremo con te, diversamente non possiamo permettere  che un collega, a cui vogliamo bene, perda la sua vita.

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>