L’Abruzzo svenduto ai petrolieri: un km quadrato costa 5 euro all’anno

l'area della concessione

l’area della concessione

Ennesima concessione di un titolo minerario per ricerche petrolifere nel tratto di mare antistante Pescara, Francavilla ed Ortona. Una porzione di Adriatico enorme antistante Pescara, Francavilla e Ortona, dell’estensione di ben 50.000 ettari che ora sarà destinati alla ricerca di idrocarburi. Il costo? 5,16 euro per km quadrato (che l’azienda deve versare allo Stato) per un totale di 2.400 euro all’anno che per 6 anni sono 14.675 euro.

Un’altra vergogna italiana

Per leggere l’articolo cliccare sull’immagine

 

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>