Lara Comi plaude alla Federazione degli imprenditori balneari europei: si avrà più forza per negoziare sulla Bolkestein

comi-1(AGENPARL) – Roma, 22 mar – “Lo scorso 5 marzo è stato siglato un accordo tra diverse sigle sindacali che porterà alla nascita della Federazione degli imprenditori balneari europei. Si tratta di un’ottima iniziativa: dare una connotazione europea alle rivendicazioni del settore, facendo squadra con le associazioni di altri Paesi, garantirà più forza negoziale in merito alle  diverse problematiche,  a partire dalla discussa direttiva Bolkestein che impone le aste delle concessioni demaniali. Insieme, dunque, si potrà lavorare più proficuamente a questa criticità che il prossimo governo italiano dovrà risolvere definitivamente continuando il dialogo nel Tavolo di confronto con l’Europa”. Lo afferma l’europarlamentare del Pdl Lara Comi.
“Il nuovo organismo sindacale europeo – spiega Comi – comprenderà Assobalneari Italia Federturismo Confindustria, la francese Fédération nationale des plages restaurants, la portoghese Federação portuguesa de concesionários de praia e la spagnola Federación de empresarios de playas. E ‘servirà a rivendicare a Bruxelles i diritti di chi lavora e investe sulla spiaggia’, come ha annunciato Fabrizio Licordari, presidente di Assobalneari Italia. Per noi parlamentari europei è uno strumento di supporto più forte nel momento in cui dobbiamo perorare la causa dei balneari. Io stessa, che ho sollevato da tempo in Europa queste problematiche, per dare maggiore peso negoziale ho promosso la fondazione di un Gruppo di lavoro trasversale all’interno del Parlamento denominato ‘Working group On the beach’”.
“Recentemente – ricorda Comi – sono giunte buone notizie per il settore dei balneari. Durante la plenaria di marzo, a Strasburgo,  insieme ad alcuni colleghi della Delegazione italiana, ho avuto un colloquio con il commissario al Mercato interno, Michel Barnier, che ha accolto favorevolmente l’invito dei colleghi a incontrare le associazioni di categoria in occasione di una sua prossima visita in Italia: un risultato che non si era finora mai verificato. Nel frattempo, Barnier continuerà il dialogo con il Governo italiano. A livello europeo si è aperto un canale diretto e vogliamo mantenere un dialogo costruttivo con la Commissione europea per dare un quadro di certezze agli operatori.  Valorizzare e stabilizzare le concessioni balneari è fondamentale per garantire il rilancio degli investimenti e favorire l’occupazione in Italia. Condivido in pieno le preoccupazioni e le battaglie dei balneari che chiedono una soluzione che non penalizzi 30 mila aziende del nostro Paese, 300 mila lavoratori, 60 mila donne, di cui 30 mila giovani”.

Share

One Response to “Lara Comi plaude alla Federazione degli imprenditori balneari europei: si avrà più forza per negoziare sulla Bolkestein”

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>