Lidisostenibili: un anno di ricerca. Il 14 Marzo a Roma la presentazione dello studio. E il giorno dopo in Piazza

 

Il prossimo 14 marzo nella prestigiosa sede dell’Università europea in Via degli Aldobrandeschi a Roma (dalle ore 17) si presenteranno i dati della ricerca Lidisostenibili, uno studio realizzato dal Cesab (Centro di ricerca in scienze ambientali e biotecnologie), dalla Cattedra Unesco di Bioetica e Diritti Umani di Roma e dalle associazioni Donnedamare e Legambiente.

“Alla base del progetto – dice Bettina Bolla, presidente di Donnedamare – c’è la convinzione che una gestione sostenibile delle attività di impresa è portatrice di sviluppo anche nella conduzione delle attività balneari e rappresenta la base della crescita turistica, culturale, economica del Paese; le politiche ambientali e il rispetto degli ecosistemi sono la condizione indispensabile per uno sviluppo duraturo delle imprese balneari, nel rispetto dei principi di valorizzazione della qualità paesaggistica e di sostenibilità ambientale. L’impresa, quindi non è intesa come il produttore di meri beni e servizi. E’ anche un produttore di valori. Ecco perché, con grande orgoglio da parte nostra, la Cattedra Unesco di Bioetica e Diritti Umani di Roma ha deciso di aderire con determinazione all’iniziativa Lidisostenibili”.

“L’idea è stata quella di avviare un percorso – continua Bolla – che possa dar modo agli stabilimenti di puntare sulla sostenibilità e sul rispetto dell’ambiente marino concentrando l’attenzione anche sull’innovazione e sul miglioramento del rapporto tra gli stabilimenti balneari e l’ecosistema. In questo modo, si è cercato di capire quali innovazioni tecnologiche, esperienze sociali e culturali si possano avviare negli stabilimenti per renderli maggiormente rispettosi dell’ambiente e più in armonia con il territorio”.

“Lo studio – tiene a sottolineare la balneare ligure – ha analizzato alcuni stabilimenti balneari italiani e le loro buone pratiche, valorizzando quelli che hanno elaborato percorsi di eccellenza.

Partecipando al progetto infatti gli stabilimenti balneari hanno garantito l’impegno, autocertificato, a rispettare i requisiti base di sostenibilità ambientale, espressi nel manifesto attraverso le 10 tematiche in esso elencate, e a iniziare un cammino di ricerca mirato al miglioramento del proprio rapporto con l’ambiente.

Le zone geografiche coinvolte sono state 
Toscana (Provincia di Livorno, Provincia di Lucca, Provincia di Pisa, Provincia della Spezia) 
Liguria (Provincia di Genova, Provincia di Imperia, Provincia di Savona) Abruzzo (Provincia di Pescara, Provincia di Teramo)
Lazio (Provincia di Roma, Provincia di Latina)
Campania (Provincia di Salerno) 
Friuli Venezia Giulia (Provincia di Gorizia) Sardegna (Provincia di Cagliari)

L’iniziativa prevederà la presentazione del progetto di ricerca e la consegna degli attestati a quelli imprenditori che hanno aderito volontariamente a questa iniziativa che rientra nelle attività della Responsabilità sociale d’impresa.

Per chi volesse dopo il convegno è prevista la cena e l’alloggio in un hotel convenzionato, con alloggio in camere doppie al costo di 65 € a persona che pagherete in loco direttamente in hotel in modo tale da essere già a Roma per il 15 Marzo, data della manifestazione a Roma. 

Per prenotare (compilare il modulo equivale a prenotare) 

 

 

 

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>