O.d.G Giacobbe Velo Petitti Tullo Basso accolto dal GV: si impegna ad affrontare il problema balneare in tempi brevi

wpid-attenzione-2.gifDa Anna Giacobbe (PD)

“Mi permetto di segnalarvi l’odg accolto dal governo. Non è uno strumento vincolante, le premesse sono, appunto, premesse; ciò che conta è che il Governo si sia impegnato ad affrontare in tempi brevi un problema che non più è rinviabile, e che lo faccia nel confronto con le rappresentanze della categoria. A presto”

O.D.G Giacobbe Velo Petitti Tullo Basso accolto dal Governo
” La Camera, premesso che: -il settore del turismo balneare e le imprese che operano in esso sono parte importante dell’economia nazionale e delle potenzialità di sviluppo del Paese, – è essenziale che anche in questo settore si realizzino investimenti, rafforzamento della struttura delle imprese, qualificazione del lavoro, accanto ad interventi di salvaguardia e valorizzazione del litorale, – il settore vive da anni in una situazione di incertezza, rispetto ai possibili esiti dell’applicazione della normativa europea sulla concorrenza; – tale incertezza riduce la propensione ad investire e a qualificare le imprese e la loro attività, – sul settore e sulle regole che presiedono ad esso insistono diversi strumenti normativi e competenze di diversi livelli istituzionali, – questo ambito economico potrebbe generare un reddito ed un gettito per la finanza pubblica superiore a quello che oggi viene registrato; – per ottenere questo obiettivo è necessario dare alle imprese certezze e chiarezza sulle prospettive, e strumenti alle regioni e agli enti locali, – a questo fine occorre rivendicare in ambito comunitario il riconoscimento della specificità del settore in Italia; così come è stato fatto per questo ed altri settori in altri Stati Europei, è possibile fare sì che, anche nell’ambito dell’applicazione della Direttiva sui Servizi, siano individuati gli spazi per una soluzione adeguata, capace di dare prospettive alle imprese che hanno investito e investono, che creano lavoro e assicurano qualità del servizio e di garantire condizioni di concorrenza leale, – occorre inoltre intervenire tempestivamente con nuove normative nazionali per un riordino complessivo in materia di concessioni del demanio marittimo a fini turistici e dei relativi canoni, – tale revisione dovrà essere definita con il pieno coinvolgimento degli Enti Locali e delle Regioni, ed essere informata ad un preciso criterio: si tratta di questioni che riguardano la proprietà pubblica di beni inalienabili, ma tali beni hanno bisogno al contempo di una gestione, cura, valorizzazione, che l’impresa tradizionalmente radicata nel settore è in grado di assicurare, per le peculiarità del nostro litorale e dell’economia turistica ad esso collegata, – è allo stesso modo imprescindibile la necessità di tutelare la qualità ambientale e paesaggistica, non consentendo alcuna sanatoria o condono di abusi edilizi, ed il carattere pubblico e libero dell’acceso al mare, – questo processo deve fondare un nuovo patto tra lo Stato, nelle sue articolazioni, ed il sistema delle imprese del settore, basato sulla valorizzazione di un bene comune, sul fatto che la comunità deve avere beneficio dall’utilizzo di tale bene a fini economici, sulla fedeltà fiscale e sul superamento di ogni pura rendita di posizione,
tutto questo premesso la Camera impegna il Governo a procedere in tempi brevi alla adozione di tutti gli atti necessari per pervenire alla revisione della normativa, secondo i criteri indicati, previo confronto con le associazioni rappresentative del settore” / Giacobbe Velo Petitti Tullo Basso / O. d. G. accolto dal Governo – 20 dicembre 2013

Share

One Response to “O.d.G Giacobbe Velo Petitti Tullo Basso accolto dal GV: si impegna ad affrontare il problema balneare in tempi brevi”

  1. Sante barbeach rimini Dall'Asta

    Nuova presa per il
    Volete rovinare l’Italia e sembra proprio che ci riusciate

    Rispondi

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>