Pozzi petroliferi nel mare vastese accolto il ricorso di Casalbordino

casDa Anna Maria Falasca

Un nuovo no alle perforazioni in Adriatico è stato deciso dal Tar del Lazio su ricorsi dei Comuni costieri abruzzesi Torino di Sangro e Casalbordino, molisani Termoli, Campomarino, Montenero di Bisaccia e dalla Regione Molise. Il Tar aveva già accolto il ricorso del Comune di Vasto. Il nuovo pronunciamento conferma il diniego alla richiesta diPetroceltic Italia di effettuare perforazioni in un’area di 730 chilometri quadrati situata 40 chilometri a Nord-Ovest di Punta Penna e a 26 chilometri dalle isole Tremiti.

Cliccare sull’immagine per leggere l’articolo

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>