Rimini: Conferenza Stampa Progetto Friendly Autismo Beach 2013

971385_585490364807821_1906598400_nSi è tenuta questa mattina a Rimini presso la Sala della Giunta della Residenza Municipale, la conferenza stampa di presentazione del progetto Autismo Friendly Beach. Al tavolo dei relatori il Vice Sindaco e Assessore ai Servizi Sociali e alla Persona, Gloria Lisi; il Presidente di Rimini Autismo Enrico Maria Fantaguzzi, il Presidente del Consorzio Piccoli Alberghi di Qualità Anna Maria Biotti, il Presidente della Cooperativa Bagnini Rimini Sud Mauro Vanni.

 

 

Il progetto Friendly Autismo Beach è un’idea di Rimini Autismo e si concretizza grazie alla sensibilità e alla volontà di mettersi in gioco da parte di diverse realtà territoriali che operano nell’ambito dell’ospitalità e dei servizi. L’idea consiste nella formazione gratuita, da parte dell’associazione e attraverso una serie di momenti di incontro, degli operatori dell’ospitalità, affinché siano in grado di accogliere nelle proprie strutture, con adeguata consapevolezza e qualche piccolo strumento di comunicazione, le persone con autismo e le loro famiglie. In realtà non è poi così difficile, basta conoscere alcuni aspetti fondamentali di questa particolare problematica ed essere quindi preparati a confrontarsi con essa attraverso piccoli ma importanti accorgimenti. Facciamo alcuni esempi: rumori molesti, acuti o improvvisi, provocano reazioni nelle persone con autismo che vivono il rumore con sofferenza. Fare file d’attesa può generare insofferenza nelle persone con autismo che magari insorgono in atteggiamenti fuori controllo. Ci sono comportamenti autistici che vengono scambiati per maleducazione o per scarso rispetto degli altri dato che la problematica è quasi sempre invisibile nell’aspetto. Tutto questo può essere evitato con norme semplicissime come quella di tenere un tono di voce rispettoso, dare la precedenza nei servizi, comprendere che, se nella struttura ci sono persone con autismo, alcuni comportamenti ‘atipici’ non devono essere scambiati per segni di maleducazione. Tali norme sono suggerite in maniera ‘friendly’ da insegne/cartelli distribuiti all’interno delle strutture che fanno parte della rete Autismo Friendly Beach.

Per l’estate 2013, hanno aderito al progetto 40 stabilimenti balneari facenti parte della Cooperativa Bagnini Rimini sud, 20 hotel del Consorzio Piccoli Alberghi di Qualità e il parco tematico Italia in Miniatura. Oltre alle strutture di accoglienza, grazie alla Collaborazione del Comune di Rimini, la rete comprende il corpo della Polizia Municipalee un team di educatori della Cooperativa Millepiedi disponibili ad ore per il sollievo delle famiglie oppure a disposizione per coloro che desiderino far vivere la riviera e i suoi divertimenti alla persona con autismo affiancata da un amico/a quasi coetaneo.

ANche la nostra Monica Fornari ha aderito all’iniziativa!!!! Brava Monica

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>