Risposta di Andrea Gnassi a Luciano Monticelli

imagesIl sindaco di Rimini Andrea Gnassi sceglie facebook per rispondere al sindaco di Pineto, Luciano Monticelli:

Risposta al sindaco di Pineto Luciano Monticelli, delegato nazionale Anci al Demanio Marittimo

Non è mia intenzione fare polemica con il collega Sindaco di Pineto delegato Nazionale ANCI, e per questo lo rassicuro che non mi è sfuggito niente delle iniziative che egli in nome e per conto di ANCI ha fin qui prodotto sul tema del Demanio Marittimo.

Purtroppo non mi è nemmeno sfuggito il fatto che tali iniziative non hanno sortito alcun risultato.

Sicuramente in ciò ha inciso la “sordità” del Governo Tecnico ma mi viene anche da pensare che una visione conservativa delle vicende legate al demanio marittimo abbia inciso nell’esito finale della vicenda che è approdata alla miniproroga dei 5 anni.

Nel mio intervento a Radio Radicale del 17 dicembre scorso a cui il collega fa riferimento nel suo comunicato stampa mi sono limitato a dire che nelle mie possibilità darò voce all’interno del Partito Democratico e dell’Anci di quella che è una linea chiara: con le posizioni meramente conservative non possiamo cogliere la sfida dell’Europa. Ribadisco quali sono le linee guida del decreto che ci aspettiamo dal Governo: salvaguardare chi ha fatto investimenti (quindi non inserendo nel bando il criterio della migliore offerta economica che aprirebbe alle multinazionali) e aprire all’innovazione, alla trasparenza, all’accessibilità, per rendere le spiagge italiane all’avanguardia. Dobbiamo difendere imprenditorialità e cultura d’impresa non rendite di posizione. E’ per questo che nel mio ambito e nell’esercizio della mia funzione di Sindaco di una delle città più “balneari” d’Europa ho sollecitato più volte il Ministro del Turismo ma anche il Ministro dello Sviluppo Economico e lo stesso presidente del Consiglio che ho avuto la possibilità di incontrare personalmente. A loro ho chiesto di non considerare i beni demaniali, tra cui la spiaggia, solo strumenti per fare cassa ma di metterli a disposizione di un progetto industriale per il rilancio del turismo in Italia. Le spiagge, ma anche altri beni demaniali, sono patrimoni strategici che non possono essere ne essere cartolarizzati ne asserviti a rendite di posizione.

Nessuna polemica o disattenzione o lesa maestà piuttosto la convinzione che serve collaborare ed unire le forze: le battaglie si vincono solo se ci si butta nella mischia.

 



Share

One Response to “Risposta di Andrea Gnassi a Luciano Monticelli”

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>