Sblocca Italia: saremmo salvati o no?

Da Antonio Smeragliuolo e Bettina Bolla
Alcuni colleghi e blog di balneari stanno segnalando che il 25 agosto il nostro problema verrà trattato all’interno del decreto Sblocca Italia. Attualmente, come riportato dal link segnalato da Antonio Smeragliuolo, http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=19724 nel sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il documento non parla di noi.
D’altronde il governo modificando la legge di stabilità ha spostato la risoluzione del nostro problema al 15 ottobre, se si decidesse di fare qualcosa prima di tale termine ne saremmo finalmente grati.
Il Parlamento Italiano il 5 agosto scorso nel recepire la direttiva concessioni 2014 n23 che al considerando n 15, ricordando che anche ad Ardea l’avvocato Righi http://www.donnedamare.it/ardea-17-febbraio-gli-interventi-degli-avvocati-avv-roberto-righi/ ha sottolineato che i considerando sono più importanti degli articoli stessi della direttiva, ha stabilito che le spiagge sono da classificare come una LOCAZIONE di un bene immobile, http://www.donnedamare.it/bolkestein-la-via-duscita-e-nei-contratti-di-locazione/ovvero i terreni dati a noi in concessione sono considerati un bene risorsa naturale composta dal terreno. A seguito di tale nuova classificazione riconosciuta da parlamento italiano le nuove concessioni demaniali marittime tornano ad essere ricomprese nella sfera del diritto privato dove il soggetto concessionario e’ sullo stesso piano dell’altro soggetto che è lo stato diversamente dal l’autorizzazione che è diritto pubblico dove lo stato è preminente.
Una volta attratte nell’ambito del diritto privato, le concessioni demaniali marittime con finalità turistico ricreativo e quanto sottoposto a concessione demaniale, intese come un bene risorsa naturale che è il terreno attualmente in concessione, potrebbero essere regolate modificando l’art 66 ><4 bis >della Legge 24 marzo 2012, n. 27 Conversione, con modificazioni, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1: Misure urgenti in materia di concorrenza, liberalizzazioni e infrastrutture(G.U. del 24 marzo 2012, n. 71) art 1 ed estendere gli effetti del comma 4.

http://www.altalex.com/index.php?idnot=17421
In altri termini noi chiediamo di riconoscere la prelazione sull’eventuale vendita dei terreni demaniali marittimi dove sopra operano le nostre PMI come avviene del resto per la vendita dei terreni agricolo e delle case in aree PEEP ed PIP con il riscatto del terreno.

20140821-160225-57745898.jpg 20140821-160329-57809903.jpg
Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>