Senza il Senatore Franco Orsi i balneari liguri non sono rappresentati in Parlamento

DSC_2054“L’esclusione di Franco Orsi e dei savonesi in generale dalle liste del PDL provoca preoccupazione tra i balneari della provincia di Savona (oltre 650 imprese), che non si vedono rappresentati da chi conosce la realtà del territorio e le problematiche che da tempo affliggono il settore.

Senza un interlocutore come il senatore Franco Orsi saremo di nuovo costretti a ricominciare tutto da capo e adesso noi non abbiamo più tempo. La nostra situazione, per essere risolta, ha bisogno di tempi brevi che, senza il Senatore Orsi e con nuovi interlocutori, qualunque essi siano, si allungheranno drammaticamente, portando alla morte un settore trainante dell’economia della nostra regione, che è quasi esclusivamente a vocazione turistica.

I balneari della Provincia di Savona sperano che chi ha potere decisionale ci ripensi e che metta come capolista un savonese, che dal 2009 ha iniziato al loro fianco un percorso – che ha visto seriamente impegnato anche il Presidente della Provincia Angelo Vaccarezza – che deve essere ancora completato.

Senza il Senatore Orsi e i savonesi in lista, il PDL ligure perderà i voti dei molti balneari che da anni lavorano con gli esponenti del PDL ligure della provincia di Savona e che con loro hanno da sempre un rapporto di estrema fiducia e collaborazione. Con la loro esclusione perderemo rappresentanti che sono da sempre abituati a lavorare a fianco delle persone, di cui conoscono e vivono in prima persona i problemi che ogni giorno devono affrontare. Senza di loro sarà la sconfitta della buona politica, quella fatta in trincea, al fianco dei lavoratori e delle persone.

Ringraziamo la redazione di rsvn.it che per prima ha pubblicato il nostro appello, per leggere l’articolo di rsvn.it cliccare sulla foto



Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>