Sergio Pizzolante interviene a difesa del Delfinario di Rimini

534350_10201012638266013_1798122540_nDelfinario di Rimini

Quindi tutto è partito dal Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando. Ha dichiarato che : “i controlli negli acquari, compreso il Delfinario di Rimini, sono una delle prime azioni che ho voluto portare avanti come ministro”. Pensa un po’, noi pensavamo che fra i primi pensieri del ministro dovevano esserci l’Ilva, i rifiuti di Napoli e che se proprio doveva rivolgere un pensiero a Rimini si preoccupasse delle fogne….ci siamo sbagliati! Orlando ci dice anche che se il Delfinario dovesse mettersi in regola potrà ospitare di nuovo i delfini, bene, non dico che debba mandare la forestale dal sindaco ma almeno gli faccia una telefonata per chiedergli come mai il Comune di Rimini da 20 anni non da’risposte alla proprietà’ che chiede di mettere la struttura a norma e gli chieda anche perché da aprile non riceve gli operatori. Ma cosa deve fare un cittadino quando un pezzo di Stato, l’Amministrazione comunale non da il permesso per la messa in regola e un altro pezzo di Stato, Ministero, Guardia Forestale e Magistrati gli sequestrano i delfini e fanno chiudere la struttura? E cosa deve fare quando medici veterinari di fama mondiale prescrivono delle cure e un pezzo di Stato lo accusa di maltrattare i suoi delfini? E può un altro pezzo di Stato muovere una campagna di comunicazione nazionale con la quale appare che nel Delfinario di Rimini si maltrattano gli animali? Gli stessi animali o i loro figli,che milioni di persone, da 50 anni,osservano giocare mostrando straordinaria abilità e simpatia? È può un altro pezzo di Stato entrare nella casa dei delfini, catturarli, portarli con degli scatoloni nella cella di un camion e mostrarsi arrogante con il sottoscritto,i proprietari, i dirigenti e i legali( ma su questo tornerò’ con una interrogazione parlamentare) perché deve girare con le telecamere una sorta di spot che servirà ad esibire il trofeo del sequestro, davanti a persone disperate e in pianto?
Può tutto questo uno Stato che si dice civile e democratico? È può farlo senza tenere in alcun conto, anche, che si perdono 20 posti di lavoro?
Questa storia non finisce qui, i delfini devono tornare a Rimini insieme al buonsenso e ad uno Stato più civile.

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>