STRUMENTO FINANZIARIO PER L’AMBIENTE LIFE + (2007-2013)

Nel corso degli anni, l’UE ha sviluppato norme ambientali fra le più rigorose al mondo. Le priorità attualmente perseguite – proteggere le specie e gli habitat minacciati e usare le risorse naturali con maggiore efficienza – aiutano anche l’economia in quanto favoriscono l’innovazione e l’imprenditorialità.

Biodiversità

Farfalla minacciata di estinzione appoggiata su un fiore © UE
L’UE ha elaborato una strategia per proteggere le specie minacciate di estinzione.

Il pilastro della strategia dell’UE per fermare entro il 2020 il declino delle specie e degli habitat minacciati è Natura 2000, una rete di 26 000 aree naturali protette che rappresentano quasi il 20% del territorio dell’Unione.

Non si tratta di riserve naturali, ma di siti in cui possono svolgersi attività umane sostenibili senza minacciare le specie e gli habitat rari e vulnerabili.

Uso efficiente delle risorse

Se vogliamo evitare una crisi dovuta alle limitate risorse naturali, dobbiamo cambiare radicamente la nostra economia. Oltre a elaborare la legislazione, l’UE contribuisce a formare l’opinione pubblica, finanziare la ricerca ed erogare i fondi pubblici indipensabili per realizzare questo obiettivo.

La risposta dell’UE è un insieme di progetti a lungo termine e cambiamenti progressivi, fra cui la promozione di prodotti ecocompatibili e l’uso di etichette per indicare l’efficienza energetica degli elettrodomestici, per esempio le lavatrici.

Acqua

Per proteggere con efficacia le risorse idriche e gli ecosistemi comuni dell’Europa da inquinamento, cambiamenti climatici e rifiuti marini, occorre un’azione concertata a livello europeo.

La politica dell’UE nel settore dell’acqua intende:

  • fornire a tutti gli europei l’accesso ad acqua di buona qualità e in quantità sufficiente
  • assicurare che tutti i corsi d’acqua in Europa rispettino determinati standard minimi di pulizia
  • conservare gli ambienti acquatici vulnerabili.

Aria

Donna che beve dell'acqua da una fontana © Bilderbox
L’acqua pulita è sinonimo di un ambiente sano.

L’UE si è impegnata a fondo per migliorare la qualità dell’aria: per esempio, ha fissato una serie di standard e obiettivi ambiziosi e accettabili dal punto di vista dei costi per determinate sostanze inquinanti, fra cui anidride solforosa, biossido di azoto, ossidi di azoto, particelle sottili e piombo.

Anche se complessivamente le tendenze in fatto di qualità dell’aria nell’UE sono incoraggianti, occorre rinnovare gli sforzi compiuti.

Rifiuti

Se cominciamo col ridurre la quantità di rifiuti prodotti, smaltirli diventerà automaticamente più semplice. L’UE intende realizzare questo obiettivo:

  • presentando nuove iniziative per la prevenzione dei rifiuti
  • favorendo un uso più efficiente delle risorse
  • incentivando consumi più sostenibili.

Quando non è possibile evitare di produrre rifiuti, si devono recuperare i materiali, preferibilmente riciclandoli. Per questo motivo l’UE chiede di migliorare i metodi di produzione e invita i consumatori a domandare prodotti più ecologici e riciclati con meno imballaggi.

Finanziare un’UE più ecologica

L’UE sostiene i progetti ambientali e di conservazione essenzialmente tramite il programma LIFE, che eroga fondi sia nell’Unione europea che nei paesi candidati e in altri paesi vicini.

Da quando è stato istituito nel 1992, LIFE ha investito circa 2 miliardi di euro in oltre 3 000 progetti, come la reintroduzione dell’avvoltoio barbuto in Andalusia, la conversione di materiali laminati in energia e alluminio e il recupero di praterie costiere e zone umide sulle isole del mar Baltico.

Chi di voi è interessato può trovare maggiori informazioni a questo indirizzo

 Programmi Comunitari LIFE+

Il Life+ è uno strumento finanziario per l’ambiente scade il 25 giugno 2013 (presentazione autorità nazionali)

Si veda anche

 http://ec.europa.eu/environment/life/funding/lifeplus.htm

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>