Sui balneari non c’è tregua: neanche per chi ha il bagno distrutto dalle mareggiate: la Costituzionale ‘boccia’ Consiglio regionale su demanio

image

Ecco come stanno attuando il piano criminale nei nostri confronti. Non c’è mai fine e si continua a confondere la concorrenza con sostituzione di impresa. Da giovane donna imprenditrice italiana e mamma insegnero’ a mia figlia ad andare via da un paese che non tutela i suoi cittadini e a crearsi un futuro altrove.

BOCCIATURA da parte della Corte costituzionale sulla legge del Consiglio regionale della Liguria che disciplina il demanio a causa della norma che prevede il rinnovo automatico delle concessioni in caso di danni da mareggiate. La Suprema corte ne ha dichiarata l’illegittimità costituzionale perché ”viola le leggi europee di concorrenza”.Secondo i giudici la legge regionale in questione ”prevedendo una proroga automatica delle concessioni per il demanio marittimo”, nel caso si sia verificato un danno all’arenile per cause dovute a calamità naturali ”determina una disparità di trattamento tra operatori economici in violazione dei principi della concorrenza dal momento che coloro che in precedenza non gestivano il demanio marittimo non avrebbero la possibilità, alla scadenza della concessione, di subentrare al precedente gestore a meno che quest’ultimo rinunci a chiedere la proroga”

Share

One Response to “Sui balneari non c’è tregua: neanche per chi ha il bagno distrutto dalle mareggiate: la Costituzionale ‘boccia’ Consiglio regionale su demanio”

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>