VIAREGGIO: ASSEMBLEA DEI BALNEARI DEL 16.5.2013

image

PARTECIPATA ATTENTA E NON RASSEGNATA
L’assemblea dei balneari che si è tenuta giovedì 16 maggio al Principe di Piemonte di Viareggio, peraltro molto partecipata, seppur preoccupata per la ridda di notizie che vengono fuori da più parti, Corte dei Conti compresa, non ha mostrato segni di cedimenti, né di rassegnazione. La consapevolezza che il settore turismo balneari, modello unico nel mondo, sia una delle voci più importanti nel panorama economico del nostro paese e che le piccole imprese familiari balneari, con la loro capacità dimpresa e di risposta occupazionale anche per lindotto, rappresentino un fattore importante positivo, in un momento di totale crisi economica, da rinnovata carica per non demordere soprattutto quando troviamo ambiguità e poca sensibilità nella politica e nelle istituzioni.  In particolare, lassemblea,  dopo aver affrontato le questioni di carattere generale relative al superamento della proroga in vigore fino al 2020, si è concentrata su due aspetti in particolare: la legge regionale, attualmente in discussione, sulla facile-difficile rimozione; e sulla formalizzazione del rinnovo fino al 2020 della concessione demaniale, da parte dei comuni, come prevede la legge nazionale approvata dal precedente parlamento nazionale. Alla regione Toscana viene avanzata la richiesta di rivedere passaggi sulla bozza di legge L.R. n.42/2000 (Testo Unico delle leggi regionali del turismo) che rappresentano ambiguità e poca funzionalità rispetto agli intenti a cui la legge dovrebbe mirare. Inoltre sempre alla Regione Toscana viene richiesta una presa di posizione sui comuni ritardatari a rinnovare le concessioni al 2020 come prevede la legge proroga  in vigore.
Per quanto sopra lassemblea, non avendo avuto risposta ad una richiesta di convocazione, ha deciso per martedì 21 maggio prossimo (ore 11.00 davanti alla sede del Governatore Rossi) di recarsi con una nutrita delegazione presso la Regione Toscana per ottenere di essere ricevuti dal Presidente Enrico Rossi.
Inoltre, lassemblea ha deciso dincontrarsi con una delegazione dei balneari italiani, con i rappresentanti nazionali dei balneari francesi, già fissata e concordata per il pomeriggio di mercoledì 22 maggio a Nizza. Il confronto con i balneari francesi servirà a capire se e quali azioni comuni possono essere intraprese  per sensibilizzare maggiormente la Comunità Europea rispetto ai problemi sollevati dalla Bolkestein.
17.5.2013
   per il COMITATO SALVATAGGIO IMPRESE E TURISMO ITALIANO                Emiliano Favilla  Fabrizio Maggiorelli

Share

Leave a Reply

  • (will not be published)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>